gototopgototop
News
Novara dà il benvenuto al Giro d’Italia Novara dà il benvenuto al Giro d’Italia A distanza di decenni, la città di Novara accog...
Volley Novara: perso lo scontro al vertice della Serie C Volley Novara: perso lo scontro al vertice della Serie C Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Rivoluzione Coppa Italia: niente più club di Serie C e D Rivoluzione Coppa Italia: niente più club di Serie C e D Dalla prossima stagione, 2021-2022, cambierà il ...
Statistiche finali stagione 2020-2021 Statistiche finali stagione 2020-2021 Di Giovanni Chiorazzi Sono on-line le s...

Classifica 2020/2021

Sondaggio
La fine della stagione 2020-2021 per il Novara Calcio rappresenta:
 

Conferenza stampa pre Crotone-Novara


Di redazione vanovarava.it

Alla vigilia della partenza per Crotone, dove il Novara disputerà la prima trasferta del campionato, è intervenuto in conferenza stampa a Novarello mister Marco Baroni (nella foto), per presentare l’insidiosa sfida che si svolgerà allo stadio “Ezio Scida”.

“Quella che ci aspetta sabato è una trasferta su un campo molto caldo, troveremo senza dubbio un avversario pronto ad aggredirci vista anche la sconfitta con il Cagliari nel primo turno. Per noi sarà un test importante per verificare il nostro stato di salute e siamo convinti di poter fare una buona prestazione”. Queste le prime dichiarazioni del tecnico azzurro, che sulla condizione dei suoi ragazzi ha proseguito: “Con noi torna Troest dalla squalifica, mentre Pesce soffre di un piccolo fastidio che andrà valutato. Bergamelli invece ha un edema al polpaccio e anche in questo caso sarà necessario fare delle opportune valutazioni”.

Ci saranno delle modifiche alla formazione titolare di domenica scorsa? “Nella mia carriera di allenatore ho spesso cambiato di frequente le mie formazioni. Ma in questo momento la squadra necessita di trovare una propria identità. In un campionato lungo come la B tutti hanno l’opportunità per dare il proprio contributo, anche in una rosa ampia come la nostra. E’ importante che ogni giocatore sia sempre pronto, sia fisicamente che mentalmente”.

Quest’anno ampie scelte anche per quanto riguarda i portieri… “Sono tutti e tre dei seri professionisti. Stanno svolgendo un ottimo lavoro e personalmente sono soddisfatto di loro. Da una parte c’è l’esperienza di Da Costa, anche di tipo internazionale; dall’altra la voglia di emergere di Tozzo che ci sarà di grande aiuto nel corso della stagione”.

Le prime valutazioni sul centrocampo dopo la prima gara di campionato? “Possiamo contare su tante scelte, tutte di livello. Viola ha disputato una buona gara ma può crescere ancora tanto; in questo senso ha bisogno di giocare dato che è arrivato a metà preparazione. Non dobbiamo dimenticare che a centrocampo possiamo contare anche su giocatori esperti come Buzzegoli e Pesce. Proprio quest’ultimo si è distinto domenica, anche per via del fatto che ben si adatta al 4-3-3”.

La strada è dunque quella giusta? “Questo campionato è lungo e non ci si può mai permettere di rilassarsi. E’ fondamentale dare il massimo sia in attacco che in difesa. Contro il Latina mi è piaciuta la prestazione, nonostante l’inferiorità numerica. Gonzalez e Corazza hanno dato tanto anche in fase di copertura”.

Da registrare anche il ritorno di Ludi titolare, dopo un lunghissimo periodo di stop. “Ha giocato una buona gara, è un aspetto importante perché non era scontato dopo il lungo infortunio. Resta un esempio da seguire per tutti, il nostro capitano che alle parole preferisce i fatti”.

Si può ipotizzare un cambio di modulo, magari dal 4-3-3 al 4-3-1-2, rispetto alla prima gara casalinga contro il Latina? “La prima trasferta dell'anno non modificherà il nostro atteggiamento in campo, lo ripeto… cerchiamo certezze e un'identità di gioco, a prescindere da stadi e avversari. Nel 4-3-3 è fondamentale la velocità degli esterni, se la loro condizione è ottimale le possibilità di vincere aumentano. Gonzalez può diventare la nostra arma in più, perché è abile nel trovare profondità negli spazi. Deve restare tranquillo, senza che gli vengano addossate troppe responsabilità”.

redazione vanovarava.it

 

La maglia azzurra 2020-21

Storico Articoli