gototopgototop
News
Novara dà il benvenuto al Giro d’Italia Novara dà il benvenuto al Giro d’Italia A distanza di decenni, la città di Novara accog...
Volley Novara: perso lo scontro al vertice della Serie C Volley Novara: perso lo scontro al vertice della Serie C Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Rivoluzione Coppa Italia: niente più club di Serie C e D Rivoluzione Coppa Italia: niente più club di Serie C e D Dalla prossima stagione, 2021-2022, cambierà il ...
Statistiche finali stagione 2020-2021 Statistiche finali stagione 2020-2021 Di Giovanni Chiorazzi Sono on-line le s...

Classifica 2020/2021

Sondaggio
La fine della stagione 2020-2021 per il Novara Calcio rappresenta:
 

Conferenza stampa pre J. Stabia-Novara

Di Francesca Riga

Consueta conferenza stampa di presentazione del match per il tecnico Aglietti, intervenuto alla vigilia di Castellammare presso l'aula 1 del Villaggio Azzurro. Mister Aglietti è parso soddisfatto della sua squadra e ha dichiarato che se gli azzurri staranno bene dal punto di vista fisico e mentale potranno raggiungere l'obiettivo. “La squadra sta bene, abbiamo lavorato in modo positivo in questi sette giorni recuperando giocatori importanti; sappiamo che avremo di fronte un grande avversario e che giocheremo in un campo caldo. Dovremo fare una grande partita, ma speriamo anche che gli episodi possano girare a nostro favore, cosa che non è successa la volta precedente contro il Cesena. Rientrano Gonzalez e Pesce, Buzzegoli e i nazionali saranno a disposizione, quindi abbiamo tutto per fare una bella partita”.

Sulla partita del “Menti” il tecnico azzurro analizza: “Mi aspetto un avversario in forma, esperto e voglioso di lottare su tutti i palloni. Tendono a non mollare nulla e attaccarsi a qualsiasi situazione che possa essere favorevole. Hanno valori tecnici importanti e stanno vivendo un buon momento, sappiamo che non ci regaleranno nulla, quindi dovremo essere bravi noi a imporci”.

“Cercheremo di non partire per un pareggio, ce la possiamo giocare con tutti e, di certo, non ci accontenteremo mai di un solo punto. Se poi il campo dirà che avremo meritato zero o un punto, sarà un altro discorso. Ripartire può essere un discorso abbastanza limitativo, abbiamo calciatori che hanno gamba, come Mehmeti e Gonzalez: sono giocatori preparati e molto bravi in contropiede, questa è sicuramente una nostra arma a favore, ma non è l'unica e non scenderemo in campo aspettando che ci regalino il contropiede. In questo modo correremmo il rischio di schiacciarci troppo. Dovremo essere bravi a difenderci abbastanza alti e non concedere troppi spazi”.

Su Bruno Fernandes che ha i 90 minuti nelle gambe e potrebbe giocare sin da subito, il mister afferma che potrebbe essere una partita adatta a lui, una parte di gara sicuramente la giocherà: “Queste partite aiutano a crescere soprattutto i giovani, lui è giovane, ma lo contraddistingue una gran personalità da giocatore maturo, come sta dimostrando. Non avrà problemi a scendere in campo dal primo minuto contro la Juve Stabia. E' un atleta dotato di un ottimo tasso tecnico e con il passare del tempo consapevolezza e autostima aumenteranno; sta facendo bene, ma credo sia sbagliato caricarlo di particolari responsabilità”.

“Sarà una partita non facile, contro una formazione che può schierare giocatori di grande livello. Non è il risultato che va a decidere il nostro futuro, ma è la prestazione che potrà dire se siamo sulla strada giusta. La differenza tra la partita di andata e quella di domani vorremmo che fosse, risultato a parte, la consapevolezza. Dovremmo cercare di essere più sfrontati: se andremo lì sperando di fare risultato potremmo non ottenere nulla, se invece ci sarà la convinzione di poter fare ben le chances aumenteranno sicuramente”.

“Una chiave importante possono essere le fasce, loro hanno cursori importanti come Verdi e Zito, quindi massimo rispetto ma nessuna paura, altrimenti si corre il rischio di pensare a una sfida impossibile, caratteristica che non ha nessuna partita. Potrebbe essere una soluzione irrobustire il centrocampo, ma sono ancora indeciso su questo aspetto. Andiamo avanti con coraggio a prescindere dai risultati e dal fatto che siamo reduci da una sconfitta; contro il Cesena abbiamo sbagliato troppo soprattutto in fase offensiva, in difesa siamo stati puniti nella nostra unica disattenzione”.

Francesca Riga

 

La maglia azzurra 2020-21

Storico Articoli