gototopgototop
News...
Statistiche azzurre alla 37a Giornata Statistiche azzurre alla 37a Giornata Di Giovanni Chiorazzi Sono on-line le statistiche...
GS Regaldi: campionati a squadre maschili e Grand Prix giovanile GS Regaldi: campionati a squadre maschili e Grand Prix giovanile Pubblichiamo integralmente il testo del comunicat...
Diamanti grezzi Diamanti grezzi Di Alice Previtali Non c’è cosa più fastidiosa d...
Il punto della 37a Giornata Il punto della 37a Giornata Di redazione vanovarava.it A soli 90 minuti dall...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Football Club


Sondaggio
Con gli innesti del mercato di riparazione, il Novara FC potrà salvarsi senza disputare i play-out?
 


Il simbolo di Novara!


Le voci dallo spogliatoio: Novara FC-Lumezzane


Di redazione vanovarava.it
Foto © Guido Leonardi

Contro il Lumezzane, il Novara FC è costretto ad accontentarsi dell’ennesimo pareggio, un risultato che non può certo soddisfare vista l’importanza che avrebbe ricoperto una vittoria per gli azzurri in ottica salvezza diretta. Ranieri e compagni hanno dato vita a un’ottima prestazione ma, complici i soliti errori individuali, non abbastanza per aggiudicarsi l’intera posta in palio e, giocoforza, resta ancora una volta il grande rammarico per non aver saputo sfruttare l’occasione a disposizione. Nell’immediato post-gara mister Gattuso (nella foto) ha dato sfogo a tutta la sua rabbia, in un monologo dove raramente si è visto il tecnico azzurro così fuori dai ranghi: “Non credo che la squadra sia calata di concentrazione nel secondo tempo. Per quanto riguarda l’aspetto fisico ho effettuato i cambi proprio per fare in modo che la squadra tornasse in gara. Posso prendermi tutti gli insulti del caso, ma staremmo commentando un’altra partita se Ongaro avesse segnato il 2-0, se Vilhjalmsson il 3-0, se Caradonna non avesse svirgolato quella palla e se il loro attaccante non avesse trovato un eurogol… È giusto che le critiche piovano su di me e mi spiace aver risposto male a un tifoso a cui chiedo scusa, ma la situazione è questa. È normale che i ragazzi si siano un po’ abbassati, in tutte le partite del mondo un minimo va concesso alla squadra avversaria che sta perdendo. Abbiamo avuto sei/sette occasioni, non credo che se la partita finisca 1-1 la colpa sia sempre dell’allenatore! Io devo prendermi le colpe che mi spettano, tipo se non preparo bene la partita o se non creiamo occasioni. Ho effettuato i cambi con i giocatori che avevo a disposizione, che sono stati fatti tutti per aspetti fisici. Cosa devo fare se la gente che entra è agitata, non ce la fa, oppure a livello emotivo paga? Cosa devo fare? Io so cosa possono dare a livello emotivo? Purtroppo no, perché non sono un mago! Se devo prendermi le colpe anche oggi non c’è problema, ma è giusto che si sappia che io e tutta la squadra ci stiamo facendo un mazzo così, lavorando tanto. E poi, per aspetti individuali, roviniamo tutto quello che stiamo facendo. È tutto qui, non ci sono colpe da assegnare. Oggi la nostra prestazione si è vista, in più contro un avversario che a livello di giocatori è fra le più forti di questa categoria a livello individuale, osservando ad esempio il loro parco attaccanti. Nel primo tempo gli avversari non hanno quasi mai sorpassato la metà campo e questo testimonia che c’è organizzazione e un lavoro ben fatto dietro! Per l’ennesima volta mi prendo le colpe, ma la situazione è questa! Se questa squadra è sempre stata nelle posizioni di bassa classifica, vorrà dire che qualche limite ce l’ha, tecnico, fisico o caratteriale che sia. Non posso non operare cambi. Oppure giocare con uno/due uomini in meno. La società non ci fa mancare nulla, abbiamo tutto quello che serve per lavorare bene ed è quello che credo stiamo facendo. Il loro attaccante avversario ha fatto un gol incredibile e tutto diventa brutto e schifoso, perché alla fine tutti noi guardiamo al risultato che non è negativo ma neanche tanto positivo. A livello di squadra non possiamo fare niente di più. Loro non hanno creato occasioni e quando è capitata quella di Ongaro, clamorosa, eravamo sull’1-0… Non dico che i giocatori abbiano dei limiti, ma soltanto che a fronte di prestazioni come quelle di oggi, dove ci stava una vittoria netta, siamo a commentare un altro pareggio nei minuti finali e diventa tutto schifoso. Si riparte adesso come facciamo da settimane e settimane… una condizione che vale per i giocatori ma anche per l’allenatore, che deve trovare sempre risorse perché a me non aiuta nessuno! Devo sempre farmi trovare carico e determinato, come ho sempre fatto e come farò sino all’ultimo secondo dell’ultima gara che faremo. Altrimenti non sarei mai venuto qui, sarei rimasto a casa tranquillo. Invece sapevo le difficoltà della situazione, come lo era ancora di più tre/quattro mesi fa. Se continuiamo a commettere errori individuali, sia quando dobbiamo chiudere la partita, sia in fase difensiva nella normalità, è chiaro che si compromette tutto un lavoro importante. Non è facile per i ragazzi, è gusto che io mi assuma le mie responsabilità, ma oggi non si può dire proprio nulla. A fine gara non ci credevo neppure io”.

redazione vanovarava.it
Foto © Guido Leonardi

 


La nascita del Novara FC


Sito ufficiale Lega Pro

Cerca nel sito...
Storico Articoli