gototopgototop
News...
Igor Volley Novara: ingaggiata la “stellina” Tatiana Tolok Igor Volley Novara: ingaggiata la “stellina” Tatiana Tolok Pubblichiamo integralmente il testo del com...
Presentazione de “La Casa del Novara” Presentazione de “La Casa del Novara” Di redazione vanovarava.it L’Associazione Tifo...
Premio “Il Fedelissimo” 2023-2024 a Oliver Urso Premio “Il Fedelissimo” 2023-2024 a Oliver Urso Di redazione vanovarava.it Il Premio “I...
A tutta Bernile A tutta Bernile Di Alberto Battimo Domenica 19 maggio, a “Novare...
Alessia Mazzaro completa il reparto centrale della Igor Volley Alessia Mazzaro completa il reparto centrale della Igor Volley Pubblichiamo integralmente il testo del com...
Volley Novara: atto finale dei play-off Volley Novara: atto finale dei play-off Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...



Il simbolo di Novara!

Le voci dallo spogliatoio: Virtus Verona-Novara FC


Di redazione vanovarava.it

Sull’insidioso campo della Virtus Verona, il Novara FC è riuscito a strappare un pareggio contro una delle avversarie più solide di tutto il girone. In dote giunge un solo punto, forse poco importante per la classifica, ma non per il morale della squadra azzurra che prima di questa sfida partiva come grande sfavorita. Nelle dichiarazioni post-gara il tecnico del Novara, Daniele Buzzegoli (nella foto), sottolinea lo sforzo profuso dai suoi ragazzi per centrare questo risultato: “Giocavamo su un campo complicato, contro una squadra forte, dove anche il Vicenza ha pareggiato. Lo scorso anno la Virtus è arrivata ai play-off pur avendo raccolto nelle prime giornate solo 10 punti. Su un campo ostico la squadra ha voluto fortemente questo risultato riuscendo anche a passare in vantaggio per prima e questa è una nota positiva. Abbiamo subito gol sugli sviluppi di una palla inattiva ed è un peccato perché, pur non portando a casa l’intera posta in palio, la squadra ha fatto la partita, lottando su ogni pallone, forse rischiando qualcosina ma sfiorando anche il successo. Sono soddisfatto della prestazione dei ragazzi, hanno dimostrato di avere voglia e per me questo è alla base di tutto”.

Finalmente si è visto un Novara più determinato, con delle ammonizioni “spese” in modo intelligente… “È stata una bella partita sul piano dell’atteggiamento, abbiamo lavorato su questo aspetto. Siamo una squadra che a volte si espone perché ci piace giocare a viso aperto, lo abbiamo fatto per lunghi tratti anche oggi e siamo sempre partiti dal basso. Diventa fondamentale, però, interrompere il gioco in determinate situazioni per non rischiare di subire gol nelle ripartenze, circostanza che nelle prime giornate ci ha condannato. Stiamo crescendo e pian piano la squadra si sta calando nella realtà di questo campionato, migliorando nei dettagli”.

Uno degli aspetti positivi è il fatto che il Novara non ha mai smesso di fare il proprio gioco, neppure quando la Virtus ha cominciato a farsi pericolosa… “Anche questo aspetto va sottolineato, con la Giana Erminio la squadra si era abbassata troppo dopo il vantaggio e avevamo affrontato questo tema in settimana. Abbiamo mantenuto il giusto atteggiamento, mantenendo in campo le tre punte perché era giusto così. Siamo ripartiti anche nel modo giusto, creando occasioni e anche l’episodio dubbio nella loro area, che non sto a commentare perché non è nel mio stile ma rappresenta una nostra giocata fatta a dovere. Ripeto… sono soddisfatto perché stiamo entrando in questo campionato e adesso dobbiamo ricercare la vittoria e i tre punti, perché questi ultimi rappresentano ciò che ci occorre per svoltare”.


A fine gara anche Simone Rossetti, al suo primo gol in questo campionato con la maglia del Novara, ha commentato la partita: “Per noi si tratta di un punto importante, guadagnato su un campo difficilissimo. Era fondamentale continuare a muovere la classifica e dare continuità ai nostri risultati. Adesso speriamo di trovare al più presto la prima vittoria che ci serve per recuperare il terreno perduto. Venire qui e fare una partita come l’abbiamo interpretata questa sera, in modo duro e su un campo difficile, rappresenta qualcosa di importante, è un pareggio diverso da quello di una settimana fa con la Giana. Oggi siamo riusciti a strappare un punto che ci teniamo stretti, pensando al prossimo impegno che per noi è un’altra sfida cruciale. Segnare per me è stato liberatorio perché era tanto che non trovato il gol e farlo davanti ai propri tifosi è stato ancora più bello. Spero sia il primo di tanti, anzi ne sono convinto. Le occasioni non sono mancate né da una parte né dall’altra, nel secondo tempo la Virtus è stata molto più offensiva e noi abbiamo sofferto un pochino, un pareggio secondo me è il risultato più equo. Ovviamente un po’ di rammarico quando non si vince c’è sempre, ma il nostro compito è quello di non arrenderci e cercare di portare a casa i tre punti nella prossima”.

redazione vanovarava.it

 


La nascita del Novara FC


Sito ufficiale Lega Pro

Cerca nel sito...
Sondaggio
Come giudichi la stagione 2023-24 del Novara FC?
 
Storico Articoli