gototopgototop
News...
TC Piazzano, campionato regionale: sorteggiati play-off e play-out TC Piazzano, campionato regionale: sorteggiati play-off e play-out Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Novara FC: importante incontro con l’imprenditoria locale Novara FC: importante incontro con l’imprenditoria locale Di redazione vanovarava.it Mercoledì 12 giugno 2...
Libertas Nuoto Novara: Angelica Piacentini campionessa europea Libertas Nuoto Novara: Angelica Piacentini campionessa europea Pubblichiamo il comunicato integrale, pervenuto a...
Novara FC: rinnovata la partnership con Erreà Sport Novara FC: rinnovata la partnership con Erreà Sport Di redazione vanovarava.it Il Novara FC ha uffic...
Record di presenze ai Mondiali di hockey, a Novara ci saranno 67 squadre Record di presenze ai Mondiali di hockey, a Novara ci saranno 67 squadre Di Flavio Bosetti Sono ben 67 le squadre iscritt...
Novara FC: risoluzione consensuale con Arni Vilhjalmsson Novara FC: risoluzione consensuale con Arni Vilhjalmsson Di redazione vanovarava.it Non solo rinnovi cont...
Aspettando il Mondiale... con Franco Amato Aspettando il Mondiale... con Franco Amato Di Massimo Corsano Con la video-intervista a Fra...
Novara FC: prolungamento contrattuale per Riccardo Calcagni Novara FC: prolungamento contrattuale per Riccardo Calcagni Di redazione vanovarava.it Foto © Guido Leonardi ...



Il simbolo di Novara!

Conferenza stampa pre Novara FC-Giana Erminio


Di Giovanni Chiorazzi
Foto © Guido Leonardi

Il Novara arriva all’appuntamento contro la Giana Ermino consapevole che il momento sia molto delicato, dopo tre sconfitte consecutive che hanno minato notevolmente la serenità del gruppo. In quest’ottica, il presidente Ferranti ha parlato alla squadra. Mister Buzzegoli (nella foto), nella consueta conferenza pre-gara, ha analizzato tale circostanza: “Per noi è stata una cosa molto positiva, è lui a comandare e ci ha fatto piacere ricevere il suo messaggio di fiducia. Venendoci a trovare ci ha dimostrato la sua vicinanza e ora tocca a noi rispondere sul campo domenica prossima”.

Dopo la sconfitta con il Padova si è lavorato sulla testa dei giocatori? “Sì, abbiamo concluso che qualsiasi cosa diciamo adesso siamo giustamente poco credibili e non abbiamo appigli se non il risultato finale. Dobbiamo dimostrare sul campo quello che vogliamo e che ci siamo anche noi”.

Quale può essere il motivo di queste difficoltà sin qui emerse? “Credo che il secondo tempo di Padova sia figlio dei due precedenti risultati in casa, purtroppo i ragazzi in quel momento non hanno trovato la forza di reagire a ulteriori eventi negativi ed errori. Si sono dimostrati un po’ fragili ma è un aspetto umano dettato dall’età giovane della rosa, sono cose che possono succedere, vanno analizzate e bisogna fare in modo che non ricapitino. La fortuna, in questo momento, è che si torna in campo a breve e si può dimostrare qualcosa di diverso rispetto a quanto fatto mercoledì, quando tutti noi siamo rimasti abbastanza delusi dalla prestazione offerta”.

Tuttavia, a tradire le attese, non sono stati solo i giovani ma anche i giocatori più esperti… “Forse questi ultimi hanno più mezzi per uscire da questo momento e devono sicuramente essere loro a trascinare gli altri, ma ripeto… la nostra è stata una brutta prestazione, l’abbiamo vissuta male sul campo e non c’è stata la forza di reazione che ci sarebbe dovuta essere. Ora sappiamo dove intervenire e credo ci siano poche parole da dire, se non ricercare i risultati che sono l’unica cosa che conta nel calcio. Quello che occorre è trovare un risultato positivo e per farlo ci vogliono sicuramente una forza, un atteggiamento e un coraggio diversi da quelli di mercoledì sera”.

Cosa sarebbe bello rivedere contro la Giana Erminio, squadra già affrontata dal Novara in estate? “Oggi mi piacerebbe centrare un risultato pieno, visto che non abbiamo raccolto quello che avremmo dovuto per quanto creato. Dobbiamo andare in campo esclusivamente per il risultato, è l’unica cosa che può toglierci un po’ di pressione addosso dopo questo inizio”.

L’incontro del presidente è stato condizionato in qualche modo dalla questione societaria? “Assolutamente no, il presidente è sempre stato onesto e limpido con noi, non nascondendo mai che se venderà ci sarà un upgrade per la società e noi dobbiamo fidarci di lui perché in passato ci ha dato modo di farlo, visto e considerato che dal suo arrivo non ha mai fatto mancare un euro a nessuno. Ha gestito la società - e lo fa tuttora - con grande serietà e non vedo il perché oggi non dovremo dargli fiducia. Oggi va ribadito questo concetto, a maggior ragione perché nonostante il momento lui ha dimostrato di avere fiducia in noi. Questo aspetto non può condizionarci”.

Ci potrebbero essere delle modifiche a livello tattico per la gara di domenica? “Si andrà avanti con le nostre certezze perché se pensassi che tutto quello su cui abbiamo lavorato oggi sia da buttare si commetterebbe un grosso errore, togliendo ancora più certezze ad una squadra che in questo momento ha bisogno di queste ultime. Ciò non significa che non dovremo migliorare la nostra fase difensiva, perché abbiamo subito troppi gol, ma si può ovviare al problema a prescindere dalla disposizione tattica… non credo sia questo aspetto che fa subire più o meno gol, quanto l’atteggiamento di squadra e la fiducia in sé stessi”.

Chi mancherà per la sfida di domenica? “Sono tutti a disposizione, anche Corti. E anche Bertoncini che ha svolto tutto l’allenamento con i compagni”.

Giovanni Chiorazzi
Foto © Guido Leonard
i

 


La nascita del Novara FC


Sito ufficiale Lega Pro

Cerca nel sito...
Sondaggio
Come giudichi la stagione 2023-24 del Novara FC?
 
Storico Articoli