gototopgototop
News...

Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Football Club


Il rugby giovanile a Novara

Cerca nel sito...
Sondaggio
Dove pensi che possa arrivare il Novara FC in questo campionato di Serie C 2022-2023?
 


La Curva Nord


La foto casuale...
serie_d_volley_novara_ticino_group.JPG

Il punto della 3a Giornata


Di redazione vanovarava.it

Dopo le prime tre giornate di campionato, nessuna squadra del Girone A è più a punteggio pieno. Il Novara, che prima di questo turno infra-settimanale era in testa, in solitaria, a sei punti, è costretto al pareggio interno per 1-1 contro la Triestina, in una partita fortemente condizionata dal nervosismo in campo, da alcune decisioni arbitrali a sfavore degli azzurri e dalla necessità di dover recuperare gli avversari, dopo aver incassato un gol a freddo in soli tre minuti di gioco (Petrelli). Eppure il Novara ha avuto numerose occasioni a proprio favore, con Gonzalez, Bortolussi e Galuppini. La Triestina ha avuto la possibilità di raddoppiare con Felici, poi è stato Tavernelli a divorarsi il pari prima della rete conclusiva di Carillo, nata dagli sviluppi di un corner sul cross del neo-entrato Peli.

Adesso in vetta alla classifica troviamo un terzetto: oltre al già citato Novara, c’è il Pordenone, retrocesso dalla Serie B e deciso a tornarci immediatamente, che vince “all’inglese” sul campo della Virtus Verona. Friulani in gol prima del riposo con Candellone su centro dalla sinistra di Benedetti. Il bomber Magnaghi mette in ghiaccio la gara in avvio di ripresa. Infine, in testa, troviamo la Pro Patria che coglie la prima vittoria allo “Speroni” con la decisiva doppietta di Castelli in appena due minuti di gara. Sul fondo della classifica rimane solo il Mantova, ancora a zero punti e con la difesa più battuta: 9 gol subiti, come la Pro Sesto, che nel recupero viene beffata al “Breda” dalla rete del centrocampista Antoniazzi, la quale consegna i primi tre punti al neo-promosso Arzignano e la prima vittoria tra i “prof” per il tecnico Bianchini.

Il Vicenza fa valere la legge del “Menti”: 2 gare, 6 punti, 10 gol fatti, rifilando un poker al Lecco con doppietta del nuovo cannoniere Ferrari (4 centri) che spalanca le porte del successo ai biancorossi. Fattore campo decisivo anche per la Pergolettese, che fa due vittorie su due match al “Voltini”, aggiudicandosi il derby lombardo con l’AlbinoLeffe e che lancia i gialloblu del tecnico Alessandro Fabbro a -1 dalle capolista.

Non va oltre il pari al “Piola” la Pro Vercelli contro il Renate, che sblocca subito la contesa con Malotti. Ci pensa Mustacchio su rigore ad acciuffare i brianzoli prima del riposo. Successi esterni pesantissimi per la Feralpisalò a Piacenza: gardesani a segno con una perla di Di Molfetta, esterno destro di controbalzo dal limite. Raddoppia Pittarello su rigore per un mani di Cosenza (ex Novara) che viene espulso. Trento in versione doppia: 2-0 al riposo con un colpo di testa di Belcastro e un sinistro chirurgico di Saporetti. In 15' la matricola milanese Sangiuliano conquista il primo acuto esterno con le reti di Fall, Fusi e il diagonale di Anastasia, che mandano in estasi la squadra di Ciceri.


Per visualizzare il calendario completo della Serie C clicca qui

Per visualizzare la classifica marcatori della Serie C clicca qui


redazione vanovarava.it

 

La nascita del Novara FC

Storico Articoli