gototopgototop
News...
Designazioni Arbitrali Novara FC-RG Ticino Designazioni Arbitrali Novara FC-RG Ticino Di redazione vanovarava.it La gara Novara F...
Il “Fedelissimo” di Novara FC-RG Ticino Il “Fedelissimo” di Novara FC-RG Ticino È disponibile on-line la bozza de “Il Fedelissimo”...
Il punto della 6a Giornata Il punto della 6a Giornata Di redazione vanovarava.it ...
Tennis Club Piazzano: fantastica prima vittoria in A2 Tennis Club Piazzano: fantastica prima vittoria in A2 Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Statistiche azzurre alla 6a giornata Statistiche azzurre alla 6a giornata Di Giovanni Chiorazzi Sono on-line le statistiche...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Football Club

La nascita del Novara FC

Classifica 2021/2022
Cerca nel sito...
Sondaggio
Novara Football Club. Quali sono le tue aspettative per il prossimo campionato di Serie D?
 

Novara FC - Asti 1-1


Di Giovanni Chiorazzi

L’impatto in campionato del Novara Football Club è stato meno semplice di quanto le aspettative potessero suggerire… Per i tifosi azzurri, infatti, tornati in buon numero sugli spalti del “Silvio Piola” dopo il “blocco forzato” della passata stagione, non è giunta la prima vittoria da tre punti contro la neo-promossa formazione dell’Asti, avversario bravo a non arrendersi sino alla fine ma soprattutto a respingere il possibile 2-0 di Gonzalez e compagni, che avrebbe chiuso anzitempo la sfida. Probabilmente proprio su questo aspetto verte un po’ la mancata vittoria del Novara, che - inevitabilmente per come si è sviluppato il risultato finale - suona davvero come una “beffa”. Se infatti gli uomini di mister Marchionni fossero riusciti a capitalizzare qualcosa in più in fase avanzata, magari trovando la seconda rete in una delle tante occasioni che si sono concretizzate sul campo, si sarebbe potuto giocare il finale di gara con maggiore tranquillità, circostanza che invece ha pesato nelle gambe dei difensori azzurri, ai quali l’unico grosso errore della partita è di fatto costato il mancato successo pieno. I padroni di casa sono risultati nel complesso un po’ più “macchinosi” nel loro gioco rispetto alla gara di Coppa Italia contro la RG Ticino, ma considerando la tardiva preparazione alla quale gli azzurri hanno dovuto far fronte, questo aspetto può tranquillamente essere preso in considerazione. Ciò che invece è parso migliorabile è l’intesa fra i giocatori e i vari reparti, oltre a una maggiore coesione in campo dato che - a tratti - alcuni uomini di Marchionni hanno dato l’impressione di giocare più per sé stessi che per la squadra, facendo leva sulle proprie qualità individuali. Detto questo, i margini di miglioramento del gruppo restano elevatissimi, con un tasso tecnico buono per la categoria e con una rosa alla quale (forse) servirebbe ancora qualcosa a centrocampo, con qualcuno in grado di dettare i ritmi e far ripartire la squadra in velocità. In difesa la prestazione offerta da Bergamelli fa ben sperare anche in ottica futura, mentre in attacco Vuthaj ha cominciato a dimostrare tutto il suo valore, con un gol davvero esemplare (il primo in maglia azzurra, si spera di una lunga serie…) ma anche con una presenza costante davanti alla porta che ha dato non pochi grattacapi alla difesa dell’Asti. Il pareggio per 1-1 può alla fine considerarsi un buon punto di partenza giudicando il “bicchiere mezzo pieno”, a patto però che la squadra dia subito segnali di crescita a cominciare dai prossimi impegni, magari sfruttando il turno di Coppa Italia infrasettimanale in casa del Gozzano, che per gli azzurri potrebbe valere come un ottimo test in vista della prima trasferta di campionato in casa del Borgosesia: due derby alla portata del Novara FC, chiamato però a dare segnali concreti sul campo per dimostrare di poter tornare subito protagonista già da questa stagione e ridare entusiasmo ed emozioni ad una tifoseria che, ancora una volta, può definirsi encomiabile per l’amore verso questi colori.

Giovanni Chiorazzi

NOVARA FC (3-5-2): Raspa; Agostinone, Bergamelli, Vimercati (dal 41'st Amoabeng); Paglino (dal 34'st Pagliai), Bortoletti, Tentoni, Capano (dal 28'st Pugliese), Di Masi (dal 34'st Muhaxheri); Gonzalez (dal 41'st Ferla), Vuthaj.
A disposizione: Spadini; Benassi, Strumbo, Capone.
Allenatore: Marco Marchionni.


ASTI (4-3-3): Brustolin; Vespa (dal 38'pt Binello), Venneri, Picone, Ciletta (dal 37'st Plado); Acosta (dal 16'st Piana), Taddei, Vergnano; Masoello (dal 44'pt Toma), Virdis, Deiana Testoni (dal 10'pt Rosset).
A disposizione: Zeggio; Pezziardi, Lanfranco, Colonna.
Allenatore: Davide Montanarelli.

Arbitro: Sig. Emanuele Ceriello della sezione di Chiari (BS).
Assistenti: Sigg. Adriano Gervasoni (sezione di Bergamo) e Andrea Perali (sezione di Chiari).

Marcatori: 9'st Vuthaj (N), 43'st Piana (A).

Ammonizioni: Paglino per il Novara FC; Vespa, Taddei e Venneri per l’Asti.

Espulsioni: nessuna.

Calci d’angolo: 8 per il Novara FC; 3 per l’Asti.

Recupero: 4'pt; 3'st.

Spettatori: 1.500 circa.

Note:
giornata soleggiata e a tratti con forti raffiche di vento, terreno sintetico in buone condizioni, temperature nella media stagionale.

Cronaca: Debutto in campionato per il Novara Football Club, nell’inedito derby piemontese fra la compagine azzurra e quella dell’Asti. Mister Marchionni conferma il suo 3-5-2 (con i due esterni di centrocampo pronti ad abbassarsi nelle azioni di ripiego), con il tridente difensivo composto da Agostinone, Bergamelli e Vimercati davanti al portiere Raspa. In mezzo al campo Tentoni parte in regia, supportato da Bortoletti e Capano e, più esterni, Paglino e Di Masi. In attacco coppia titolare formata da Gonzalez e Vuthaj. Assente dell’ultimo minuto il difensore Bonaccorsi per un risentimento muscolare, oltre ai già “noti” Pereira (squalifica dalla stagione precedente) e Vaccari. L’Asti di mister Montanarelli scende in campo con un offensivo 4-3-3, dove in attacco il tridente è composto da Masoello, Virdis e Deiana Testoni. Da sottolineare, dopo un’intera stagione senza pubblico, che il “Silvio Piola” torna a essere popolato sugli spalti con un discreto numero di sostenitori.

Il ritmo iniziale non è dei più frenetici. Per vedere il primo tiro bisogna attendere il 5' quando Paglino conclude calciando sul fondo. Poco dopo, l’infortunio del giovane Deiana Testoni (fra gli ospiti) fa temere per il peggio. Il giocatore esce in barella dopo cinque minuti e questo non aiuta a far “decollare” la gara. Finalmente il primo sussulto si vede al 13' con gli azzurri che sfiorano il vantaggio: punizione calciata da Tentoni ma la risposta del portiere Brustolin è provvidenziale. 17' Gonzalez ci prova con il suo sinistro ma senza trovare la giusta misura. Lo spettacolo in campo non offre molte emozioni e si giunge al 32', quando Capano ci prova dalla breve distanza e ancora una volta il portiere Brustolin blocca. Tuttavia l’azione più ghiotta del primo tempo capita a Vuthaj, che con uno scatto fulmineo (e ben superiore alla categoria) sfugge alla marcatura ma viene fermato ancora dall’estremo difensore ospite.

La ripresa si apre senza cambi, anche se nelle fila dell’Asti ne sono già stati effettuati ben tre solo nel primo tempo. Al 9' arriva il gol del Novara FC con Vuthaj, bravissimo a girarsi di prima intenzione sul cross millimetrico dalla sinistra di Di Masi. Il portiere dell’Asti non può fare nulla per opporsi alla bellissima rete del centravanti albanese. Gli azzurri cominciano a controllare la gara senza però trovare l’affondo definitivo. Attorno alla mezz’ora la conclusione di Virdis non impensierisce Raspa, ma ben differente è quanto succede al 43' della ripresa: Piana, subentrato attorno al quarto d’ora, a pochi passi dall’area piccola si accentra superando Raspa in uscita e trovando un pari quasi insperato. Non c’è più tempo per riportarsi in vantaggio e così, Gonzalez e compagni, sono costretti a incassare una “beffa” nel debutto in campionato, con il calendario che porterà gli azzurri alla prima trasferta sul campo del Borgosesia nel prossimo turno. Ma nel frattempo, in settimana, mister Marchionni avrà a disposizione il turno di Coppa Italia di Serie D sul campo del Gozzano per effettuare ulteriori esperimenti in vista del campionato.

redazione vanovarava.it

 

Storico Articoli