gototopgototop
News...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Football Club

La nascita del Novara FC

Classifica 2021/2022
Cerca nel sito...
Sondaggio
Novara Football Club. Quali sono le tue aspettative per il prossimo campionato di Serie D?
 

Novara FC - RG Ticino 3-0 (C.Italia Serie D)


Di Giovanni Chiorazzi

Miglior modo di cominciare la sua avventura non si sarebbe potuto trovare per il Novara Football Club, che al suo debutto assoluto sul campo, nel turno preliminare di Coppa Italia di Serie D, vince per 3-0 sulla RG Ticino, ma soprattutto dà segnali di ottimo auspicio per il campionato che comincerà ufficialmente fra sette giorni. Con una rosa ancora in fase di allestimento, tanti volti nuovi e un affiatamento in campo che dovrà giocoforza affinarsi sempre di più, la formazione azzurra ha avuto la meglio sugli avversari, parsi molto appesantiti dalla preparazione estiva, circostanza che la squadra di mister Marchionni ha potuto affrontare soltanto da lunedì, quando all’indomani della presentazione i giocatori hanno cominciato gli allenamenti.
Sarà un destino ma il primo gol della compagine novarese è stato siglato da Gonzalez, l’uomo più rappresentativo di questa squadra, chiamato a fare da tramite tra il passato e il presente. Non si è però visto solo l’argentino in campo: alcuni nuovi giocatori hanno dimostrato ottime individualità, da altri più giovani si è intravisto invece tanta abnegazione che potrebbe portarli a crescere in maniera esponenziale, specie in una categoria come la D dove gli stimoli rappresentano una componente importante per affermarsi. Sebbene non sia possibile ancora stabilire con certezza la forza di questa squadra, tuttora “work in progress” (c’è tempo sino al 16 settembre per ingaggiare i giovani giocatori di categoria superiore) il netto successo per 3-0, che sarebbe potuto essere ancora più “rotondo” se si fossero limati i tanti errori in fase di realizzazione, riporta entusiasmo sulla piazza, con 500 tifosi che hanno potuto finalmente tornare allo stadio per incitare i propri beniamini, ma soprattutto la vittoria infonde al presidente Massimo Ferranti quel “carburante” fondamentale per dare ancora più brio all’avventura da poco incominciata.

Giovanni Chiorazzi

NOVARA FC (3-5-2): Raspa; Bonaccorsi, Bergamelli, Agostinone; Paglino (dal 35'st Capone), Bortoletti (dal 22'st Vaccari), Pugliese (dal 1'st Capano), Tentoni, Di Masi; Gonzalez (dal 41'st Amoabeng), Ferla (dal 22'st Vuthaj).
A disposizione: Spadini; Vimercati, Strumbo, Pagliai.
Allenatore: Marco Marchionni.


RG TICINO (3-4-1-2): Oliveto; Arcidiacono, Rosato, Sorrentino (dal 35'st Napoli); Bedetti, Kambo, Ogliari (dal 5'st Roveda), Baiardi (dal 33'st Della Vedova); Battistello (dal 5'st Libertazzi); Pavesi, Colombo.
A disposizione: Bianco; De Angeli, Zaffiro, Torin, Rossi.
Allenatore: Costanzo Celestini.


Arbitro: Sig. Gianmarco Vailati della sezione di Crema.
Assistenti: Sigg. Edoardo Maria Brunetti (sezione di Milano) e Roberto Lobene (sezione di San Benedetto del Tronto).

Marcatori: 35'pt Gonzalez, 29'st Vaccari, 40'st Tentoni.

Ammonizioni: Paglino e Gonzalez per il Novara FC; Ogliari per la RG Ticino.

Espulsioni: nessuna.

Calci d’angolo: 7 per il Novara FC; 6 per la RG Ticino.

Recupero: 1'pt; 4'st.

Spettatori: 550 in totale di cui 500 posizionati nel settore distinti con “sold-out” dei tagliandi messi a disposizione dal Novara FC (solo su prenotazione).

Note:
giornata soleggiata e calda, terreno sintetico in buone condizioni, temperature al di sopra della media stagionale.

Cronaca:
Il debutto ufficiale del Novara FC, con una divisa che ha riportato alla memoria di un calcio “vintage” per i tifosi non più giovanissimi, comincia con un 3-5-2, modulo caro a mister Marchionni: in porta fa la sua comparsa il giovane Raspa (dalla Sampdoria), mentre in difesa Bergamelli al centro è in linea con Bonaccorsi e Agostinone. In cabina di regia, invece, Tentoni e Bortoletti agiscono ai lati di Pugliese, con Paglino e Di Masi più esterni (quest’ultimo anche in grande spolvero). In attacco partono dal primo minuto Gonzalez e Ferla (leggermente più avanzato), con l’albanese Vuthaj inizialmente relegato in panchina. La RG Ticino risponde con un modulo quasi similare, con tre uomini in linea difensiva, un centrocampo a quattro e in attacco Battistello a ridosso delle punte Pavesi e Colombo.

La prima azione è per il Novara FC con Ferla che, giunto al limite, sbaglia clamorosamente nel non servire Gonzalez smarcato: l’attaccante azzurro cerca l’inserimento solitario trovando la conclusione con un diagonale che viene neutralizzato dal portiere ospite. All’11' è ancora Ferla a rendersi protagonista ma, purtroppo, anche a mancare il gol: Di Masi trova una verticalizzazione perfetta, sul quale il numero 9 azzurro spreca calciando alto. 21' Pugliese, da centro area, pesca in avanti Ferla che questa volta viene anticipato in uscita dal portiere Oliveto. Attorno alla mezzora Gonzalez si incarica della battuta di una punizione, ma il tiro viene respinto dalla barriera avversaria, mentre gli ospiti si affacciano in avanti con Kambo che serve Battistello: il giocatore della RG Ticino va al tiro che viene però ribattuto dalla difesa azzurra. Sale in cattedra Gonzalez nel Novara FC: prima al 31', dopo uno scambio in velocità con Tentoni, l’argentino prova il tiro a giro di poco alto sopra la traversa, poi al 35' il “postino di Tandil” entra nella storia realizzando la prima rete in assoluto della nuova squadra, sempre dagli sviluppi di una punizione che viene prima ribattuta dalla barriera, ma su quest’ultima l’argentino è lesto a ribattere in rete con il portiere ospite parso un po’ sorpreso. Sei minuti dopo è Tentoni a rendersi pericoloso per i padroni di casa con un tiro dalla distanza, mentre due minuti dopo Ferla si “mangia” ancora una bella occasione di testa dalla battuta di un corner. Il finale di primo tempo offre ancora emozioni, con Oliveto bravo a fermare Bortoletti e con Battistello, per la RG Ticino, che serve Pavesi ma è bravo il difensore azzurro Di Masi a chiudere.

La ripresa si apre con l’ingresso di Capano per Pugliese. Il ritmo è decisamente più lento rispetto alla prima frazione di gioco. All’8' Gonzalez sciupa malamente su azione di contropiede, appoggiando per Ferla che fallisce da posizione molto invitante. Gli ospiti vanno anche vicini al pari al 10' quando, su azione di corner, Sorrentino va alla conclusione sulla quale è decisivo Bortoletti nel respingere. La RG Ticino si butta in avanti e al 18', con il subentrato Roveda, serve Pavesi in area che non trova la porta. Al 26' l’ex azzurro Libertazzi trova la rete, ma prima che l’arbitro fischiasse la ripresa del gioco in campo, fermato nel frattempo per un fallo al limite dell’area azzurra. Con l’ingresso di Vuthaj e di Vaccari, mister Marchionni inserisce forze fresche in campo. Proprio l’albanese, ben imbeccato da Gonzalez, spreca una ghiotta occasione peccando di egoismo e non servendo il compagno Vaccari libero. Quest’ultimo trova però riscatto pochi secondi dopo, quando riesce a inserirsi nell’area avversaria e trovare la conclusione che vale il raddoppio per il Novara FC. Virtualmente la gara è già conclusa e sale un po’ di nervosismo in campo. Al 41' Vuthaj appoggia alla perfezione per Gonzalez che, al volo, prova il sinistro ma trova la pronta risposta dell’estremo difensore ospite. Il 3-0 è però solo rimandato di qualche minuto, perché Tentoni si invola sulla sinistra e non concede chances a Oliveto portando a tre le reti di vantaggio per gli azzurri. Il recupero concesso non cambia più il risultato della gara, con un’ottima partenza della squadra di patron Ferranti e una pesante sconfitta per la RG Ticino, che tuttavia non ha affatto sfigurato giocando a viso aperto contro Gonzalez e compagni e dimostrando di poter dire la sua in campionato.

redazione vanovarava.it

 

Storico Articoli