gototopgototop
News
Azzurra Hockey Novara: contro Modena ultima chance Azzurra Hockey Novara: contro Modena ultima chance Di Flavio Bosetti L’ultima giornata di campio...
Esclusiva VNV: L’intervista al D.S. Carlalberto Ludi Esclusiva VNV: L’intervista al D.S. Carlalberto Ludi Di Alberto Battimo Gennaio è il mese del merc...
Ufficiale: risoluzione contrattuale fra il Novara e Armeno Ufficiale: risoluzione contrattuale fra il Novara e Armeno Di redazione vanovarava.it Già “fuori rosa” p...
Igor Novara: la Coppa Italia parte col piede giusto Igor Novara: la Coppa Italia parte col piede giusto Pubblichiamo integralmente il testo del comunica...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Calcio

Sito ufficiale Lega Pro
Sondaggio
Da cosa sono dovute le difficoltà del Novara in questa stagione?
 

Le voci dallo spogliatoio: Lazio-Novara (C. Italia)


Di redazione vanovarava.it

A fine gara mister Viali (nella foto), tecnico del Novara, si è detto nel complesso soddisfatto della prova offerta dalla sua squadra: “A mio avviso la squadra ha giocato bene anche nei primi venti minuti, perché è rimasta ordinata, ha avuto un’occasione clamorosa (N.d.R. con Schiavi) e stava facendo molto bene. Andar sotto 2-0 dopo venti minuti, contro una squadra così forte, ha condizionato un po’ la parte centrale e quella finale del primo tempo. Da lì in avanti la squadra non mi è piaciuta, perché eravamo consapevoli delle potenziali difficoltà che avremmo potuto incontrare; quest’ultime sono giunte ma non avremmo dovuto demoralizzarci. E’ pur vero che abbiamo preso due gol da calcio piazzato, quindi subentra anche la bravura dell’avversario, ma i venti minuti finali del primo tempo non mi hanno soddisfatto. Per il resto invece, specie nel secondo tempo, la squadra mi è piaciuta, in particolare perché non si è snaturata. Siamo venuti qui, abbiamo provato a fare le nostre cose, a giocare e a far girare palla, ad aggredire gli avversari - quando potevamo ovviamente - e a non fare barricate davanti all’area di rigore. La differenza netta l’hanno fatta i duelli, sia dal punto di vista fisico che tecnico. Lì abbiamo fatto fatica, ad un certo punto ho cambiato sistema per aiutare i ragazzi a limitare le scalate, perché loro hanno dimostrato di essere molto più veloci nell’arrivare sulla palla. La speranza di oggi, l’unica che si può avere quando c’è una così grossa differenza di qualità, era quella di trovare un avversario non carico al 100% e comunque non sul pezzo, ma con una Lazio come quella di oggi c’era obiettivamente poco da fare”.

Tra i più propositivi, anche Davide Cinaglia, difensore del Novara: “L’importante era non fare brutte figure e non prendere la gara sottogamba. E’ normale che con due categorie di differenza la sfida fosse difficile, abbiamo cercato tutti di mettere il massimo, è stata una bellissima giornata, ci abbiamo provato ma la differenza era troppa. Adesso dobbiamo pensare solo al campionato. Questa sfida può dare tanto sotto l’aspetto psicologico. Secondo me ci siamo comportati bene, abbiamo affrontato la quarta squadra della Serie A e con i titolari in campo. Abbiamo cercato di fare quello che ci ha chiesto il mister, ho visto un grande atteggiamento da parte della squadra. Adesso abbiamo altri due giorni liberi e poi tutti i pensieri andranno alla sfida con l’Albissola”.

Al termine del match è intervenuto anche Simone Inzaghi, tecnico della Lazio ed ex giocatore del Novara: “Avevo chiesto una grande prova di concentrazione, i ragazzi sono entrati con lo spirito giusto. Abbiamo vinto meritatamente e sappiamo che passando il prossimo turno saremmo già in semifinale. Ora aspettiamo il risultato tra Inter e Benevento. Stiamo bene. Nel secondo tempo abbiamo avuto l’unica pecca di non concretizzare. Mi sarebbe piaciuto non prendere gol, ma sono contento di quello che hanno fatto i ragazzi e dei calciatori che sono entrati”.

redazione vanovarava.it

 

La maglia azzurra 2018-19

Storico Articoli