gototopgototop
News
Senior League: il Novara sogna le finali nazionali Senior League: il Novara sogna le finali nazionali Di redazione vanovarava.it Il Novara Calcio “...
Play-off 1° turno nazionale (ritorno): i risultati Play-off 1° turno nazionale (ritorno): i risultati Di redazione vanovarava.it La Feralpisalò è la p...
Igor Novara: Cristina Chirichella in azzurro fino al 2022 Igor Novara: Cristina Chirichella in azzurro fino al 2022 Pubblichiamo integralmente il testo del comunicat...
Premio “Il Fedelissimo” 2018-2019 Premio “Il Fedelissimo” 2018-2019 Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunica...

Sito ufficiale Lega Pro
Sondaggio
Cosa ha inciso di più nella stagione 2018-19 del Novara?
 

Fateci sognare ragazzi!!


Di Giovanni Chiorazzi

Lui è Domenico Teti… ovvero l’artefice del mercato per il Novara Calcio. Non una figura qualunque, intendiamoci, ma colui che ha messo a disposizione del tecnico Eugenio Corini (a proposito… scelto anch’egli da lui) la rosa con la quale tentare di raggiungere il prima possibile l’obiettivo minimo, per poi… divertirsi.

Ancora poco e poi sapremo quanto l’intervento sul mercato del DS Teti sarà risultato “efficace” in ottica campionato, giusto il tempo di entrare nel vivo della stagione, con un po’ tutte le 22 partecipanti ad assestarsi dopo uno dei mercati più ricchi di scambi degli ultimi tempi. Aspetto che vale soprattutto per il Novara Calcio, al quale non vanno certo computati solo gli ultimi tre innesti completati nel rush finale…

Tuttavia è su questi tre che è doveroso fare una valutazione, assolutamente positiva: lo scambio con lo Spezia, che ha visto approdare in azzurro Sciaudone (sottoscritto tra le parti un contratto triennale) e in Liguria Francesco Bolzoni, è obiettivamente il colpo di mercato più eclatante per tanti aspetti: in primis perché inaspettato (e come sempre, in tutti gli aspetti, il “regalo” risulta sempre più gradito), poi perché - salvo clamorose “pecche” tenute ben nascoste dallo Spezia - lo scambio in questione pende tutto a favore degli azzurri, a cominciare dal numero delle presenze in campo messe a confronto tra i due centrocampisti.

Per Golubovic, invece, che arriva a titolo definitivo dalla Roma a costo zero e dopo aver firmato un altro triennale, sarà la volta del riscatto: proprio qui a Novara, in un anno che definire orribile è un eufemismo, non convinse sotto alcun aspetto. Tuttavia a Pisa, nella sua recente esperienza, ha saputo anche mettersi in luce ed è su questo aspetto che bisogna affidarsi, nella consapevolezza che occorrerà anche del tempo al difensore serbo per entrare negli schemi di Corini.

Infine, Marco Moscati: ingaggiato a titolo temporaneo dal Livorno, con obbligo di ricatto di 150.000 euro alla trentesima presenza (praticabile anche in caso di mancato obiettivo, versando analoga somma), il giocatore potrebbe trovare spazio anche dall’inizio, considerando la forma non al top di alcuni “senatori” e la sua già buona condizione fisica.

Dare una valutazione al mercato, almeno sul fronte ingaggi, ci sembra un po’ prematuro: meglio dunque attendere i primi verdetti dal campo, che non esulano dalle prime impressioni su Maniero: è lui il vero “nodo” per l’attacco della stagione, perché su di lui ricadono tantissime aspettative (oltre alla coppia Macheda-Sansone, che tuttavia non hanno le caratteristiche che può invece ricoprire nel migliore dei modi l’ex attaccante del Bari). Il fatto che non sia approdato un “vice” Maniero fa sperare che il giocatore ritrovi quanto prima la sua miglior condizione, senza per questo affrettare la sua ripresa perché potrebbe essere deleterio. In alternativa mister Corini potrà sempre disporre di Chajia (ottimale il poter contare su di lui anche per questa stagione), sull’estroverso Da Cruz (buono il suo impatto nel campionato italiano a Carpi) e su un più che brillante Di Mariano, giocatore che potrà dare moltissimo alla causa nell’attuale campionato.

Per concludere, però, lasciateci dire che il vero punto di forza di questo mercato è stato quello di non perdere pezzi pregiati, evitando in questo modo presumibili “dispersioni” per quanto di buono si era già creato. Qualche nome in questo senso? Dickmann, Casarini, Macheda… tutti e tre fortemente ricercati. Vi pare poco?? A noi per nulla!!

In bocca al lupo Novara per questo campionato!! E ai ragazzi in maglia azzurra un solo messaggio: Fateci sognare per favore!!

Giovanni Chiorazzi

 

La maglia azzurra 2018-19

Storico Articoli