gototopgototop
News
Igor Volley Novara: la carica di Chirichella Igor Volley Novara: la carica di Chirichella Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Igor Volley Novara: presentata l’iscrizione alla Serie A1 Igor Volley Novara: presentata l’iscrizione alla Serie A1 Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Igor Volley Novara: ancora in Champions League! Igor Volley Novara: ancora in Champions League! Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Calcio
Classifica 2019/2020
Sondaggio
Novara Calcio ai play-off? Può farcela?
 

L'Avversario di turno: il Padova


Di Fabio Fornari

Archiviato il buon pareggio di Brescia, sabato pomeriggio con inizio alle ore 15.00 il Novara ospiterà al “Silvio Piola” il Padova. Per la compagine patavina, un inizio di campionato sicuramente non esaltante, con due sconfitte in altrettante gare disputate e una partita ancora da “definire”… per il black-out dello stadio “Braglia” di Modena alla seconda giornata, che vedeva opposti i biancoscudati al neo promosso Carpi. La partita è stata sospesa sul risultato di 0-0 e il Padova ha presentato ricorso scritto per ottenere la vittoria “a tavolino”.

Il mister delle bianche casacche è Dario Marcolin. Il tecnico nasce a Brescia nel 1971 e dopo una buona carriera da giocatore in squadre prestigiose (fra le tante citiamo Lazio, Cagliari, Genoa, Sampdoria e Napoli), con il ruolo di centrocampista, nella stagione 2006-07 intraprende quella da allenatore come “secondo”  di Serse Cosmi nel Brescia. Nel 2008 passa ad allenare il Monza, ma dopo poche giornate viene esonerato e torna a fare il vice sulle panchine di Catania prima e Fiorentina successivamente (in entrambi i casi nello staff di Siniša Mihajlović, che nel frattempo si era trasferito dal club etneo a quello toscano). Il suo modulo preferito è il 4-2-3-1.

Il 12 luglio 2012 viene chiamato a dirigere la panchina del Modena, ma il 20 marzo dell’anno successivo deve lasciare spazio a Novellino, in quanto la società emiliana lo esonera. Dal 3 luglio 2013 diventa il nuovo allenatore del Padova, subentrando a Fulvio Pea.

Dopo appena tre giornate di campionato (che per il Padova, come sopra detto, sono poi soltanto due…) è ancora difficile poter tracciare un bilancio e analizzare le statistiche attuali, ma salta all’occhio la casellina dei gol segnati dal Padova, ferma inesorabilmente a quota zero. E’ l’unica, tra le 22 squadre di campionato, a non aver ancora segnato una rete all’attivo. Anche per quanto riguarda il reparto arretrato, le cinque reti subite non posizionano di certo la squadra veneta tra quelle meno “perforate”.

Eppure, nonostante queste circostanze, la squadra allestita in estate dal Presidente Diego Penocchio è di tutto rispetto e sicuramente, dopo tre giornate, la classifica del Padova non rispecchia appieno il reale valore della sua rosa, che vanta nomi di sicura importanza come Fabiano Santacroce, Luca Ceccarelli e l’ex Novara Elia Legati (13 presenze in maglia azzurra da gennaio a giugno 2009); a centrocampo l’esperienza di Matias Cuffa, con Gianluca Musacci e Wilfred Osuji, dovrebbero dare sicurezza al reparto, mentre in attacco nomi importanti come Daniele Vantaggiato, Diakitè, Robert Feczesin e Andrea Raimondi dovrebbero garantire, sulla carta, un buon numero di marcature.

E’ giusto osservare che questo brutto inizio di campionato è anche figlio di numerosi infortuni, che hanno limitato le scelte del mister padovano.

Anche per la partita contro il Novara la lista degli infortunati è abbastanza lunga, infatti in settimana hanno lavorato a parte Trevisan, Melchiorri e Raimondi (per lui visita di controllo fissata per lunedì prossimo), mentre a Bresseo ha ripreso a correre Francesco Modesto che sta proseguendo il suo percorso di recupero. Anche per Vantaggiato si prospetta un lungo stop, a causa di una lesione di secondo grado al bicipite femorale della coscia destra.

In casa Novara tutti felici per il ritorno in campo di Lepiller, che nell’amichevole di mercoledì contro il Bresso è tornato in campo dopo uno stop di circa cinque mesi e lo ha fatto pure segnando, su calcio di rigore: il francese ha dimostrato di essere in un ottimo stato di forma e il ritorno in gruppo potrebbe ormai essere davvero vicino.

A parte lo squalificato Bastrini (un turno comminatogli dal Giudice Sportivo per l’espulsione nella sfida con il Brescia), dovrebbero essere quasi tutti a disposizione di mister Aglietti: rientra tra i disponibili anche Marco Rigoni; ancora qualche dubbio per Perticone, mentre resta sicuramente indisponibile l’uruguaiano Martinez, che è comunque in ripresa e dal quale ci si aspetta un valido contributo nella seconda parte della stagione.

Le previsioni per il pomeriggio di sabato ci confortano, con un meteo favorevole ad una giornata allo stadio: sarebbe davvero bello che i tifosi novaresi tornassero in massa allo stadio per tifare e sostenere la loro squadra ed i nostri colori.

Fabio Fornari

 

Storico Articoli