gototopgototop
News
Un grosso rischio… evitabile Un grosso rischio… evitabile Di Giovanni Chiorazzi Esiste un vecchio adagio c...
Igor Novara: Malwina Smarzek nuova leader dell'attacco Igor Novara: Malwina Smarzek nuova leader dell'attacco Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Igor Novara: Caterina Bosetti torna in azzurro Igor Novara: Caterina Bosetti torna in azzurro Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Ghirelli non ci sta: “Serie C non in grado di giocare” Ghirelli non ci sta: “Serie C non in grado di giocare” Di redazione vanovarava.it La Lega Pro lancia l’...
Consiglio Federale: la Serie C può riprendere! Consiglio Federale: la Serie C può riprendere! Di redazione vanovarava.it La notizia può dirsi ...
Classifica 2019/2020
Sondaggio
Emergenza Covid-19: giusto fermare del tutto la stagione?
 

La multi-intervista alla vigilia di Novara-Cittadella

Di Massimo Corsano

Dopo il tonfo al “Del Duca” di Ascoli, dove il Novara ha rimediato una sconfitta senza appelli, si torna subito a giocare per il campionato: sabato, con inizio alle ore 15.00, il Novara ospita al “Silvio Piola” il Cittadella. La domanda posta ai nostri intervistati è stata a quale partita assisteremo e che Novara scenderà in campo.

Bruno Pizzul (giornalista, nella foto a sinistra insieme a Corsano): “In considerazione del fatto che il Cittadella sta esprimendosi su livelli molto buoni, il Novara dovrà stare ben attento. Affronta un avversario con il morale alle stelle, anche se reduce dal pareggio interno con il Brescia. Inoltre ha anche una qualità tecnica notevole. Il Novara ha assoluto bisogno della vittoria, soprattutto dopo lo scivolone di Ascoli, quindi diventa una partita di particolare importanza”.

Stefano Di Chiara (allenatore del Novara nella stagione 2001/02): “Una partita difficile, il Cittadella fino a qui ha ottenuto risultati positivi anche fuori casa; è una squadra veterana della Serie B e che ogni anno scopre un bomber nuovo. Foscarini, oltre ad essere un amico, lo reputo un ottimo allenatore. Per quanto riguarda il Novara ha delle ottime individualità e inoltre può sfruttare il fattore campo, sono certo che assisteremo ad una bella partita”.

Luigi Simoni (allenatore): Una partita interessante perché il Cittadella sta disputando un buon campionato. Il Novara ha cambiato parecchi giocatori e deve ancora trovare la giusta quadratura, mentre il Cittadella è una squadra strana… ha tanta esperienza in Serie B e sempre lo stesso allenatore (N.d.R. Foscarini dal 2005). E’ una compagine consolidata sotto l'aspetto del gioco. Sono legato ai colori azzurri, ricordo che ci ho anche giocato con il Genoa a metà degli anni settanta, credo che come minimo meriti questa categoria”.

Fulvio Collovati (campione del Mondo 1982): “Penso che il Novara dovrà temere questo Cittadella, che nella penultima partita in trasferta ha rifilato tre gol allo Spezia. E’ una squadra giovane e plasmata da un allenatore veterano in Serie B. Il Novara ultimamente pecca in fase difensiva, però credo che abbia le qualità per giocare una buona partita”.

Francesco Scardina (difensore del Cittadella dal 2010 al 2012, attualmente alla Nocerina): “Per me è una partita d'affetto, tra l'altro la mia fidanzata è tifosa del Novara. Sulla carta una partita sicuramente più difficile per il Novara, che non sta attraversando un buon momento. Il Cittadella ha fatto 7 punti nelle ultime 3 partite ed ha ottenuto due vittorie di fila contro Sassuolo e Spezia: una cosa mai successa nel campionato di Serie B. Per il Novara è una partita da vincere a tutti i costi, per non trovarsi in una situazione ancora più complicata in classifica”.

Mavillo Gheller (cinque stagioni con la maglia del Novara): “Sicuramente una partita difficile per la squadra azzurra, che non sta attraversando un bel momento. Il Cittadella arriva da tre risultati utili, però il Novara gioca in casa e ha tutte le qualità per far bene. L'augurio è quello che la squadra di mister Tesser torni alla vittoria, se lo merita”.

Massimo Corsano

 

Storico Articoli