gototopgototop
News...
Athletics Novara: prima storica convocazione in Nazionale Athletics Novara: prima storica convocazione in Nazionale Pubblichiamo integralmente il testo del...
Comunicato Stampa di Libertas Ginnastica Novara Comunicato Stampa di Libertas Ginnastica Novara Pubblichiamo il comunicato integrale, pervenuto al...
Il ritorno sul ring di Martina Bernile Il ritorno sul ring di Martina Bernile Di Alberto Battimo Ci siamo! Stasera Martina Ber...
Centro Judo Novara: assegnate le “nuove” cinture Centro Judo Novara: assegnate le “nuove” cinture Di redazione vanovarava.it Bel pomeriggio di jud...
Ecco Sergi Punset, il nuovo allenatore dell’Azzurra Hockey Ecco Sergi Punset, il nuovo allenatore dell’Azzurra Hockey Di Flavio Bosetti L’Azzurra Hockey Novara ha ...
Serie C 2024-2025: le date della prossima stagione Serie C 2024-2025: le date della prossima stagione Di redazione vanovarava.it Il Direttivo della Le...
Libertas Nuoto Novara: “bis” di Piacentini alla Coppa Comen Libertas Nuoto Novara: “bis” di Piacentini alla Coppa Comen Pubblichiamo il comunicato integrale, pervenuto a...
TC Piazzano, campionato regionale: sorteggiati play-off e play-out TC Piazzano, campionato regionale: sorteggiati play-off e play-out Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...



Il simbolo di Novara!

Il punto della 37a Giornata


Di redazione vanovarava.it

A soli 90 minuti dalla fine della stagione regolare, sono poche le certezze in ottica play-off e play-out: se infatti va registrata la terza sconfitta consecutiva del Mantova in casa del Lumezzane (4-3), ormai con la testa già in vacanza dopo la promozione diretta in Serie B (e con il giocatore rossoblu Iori autore di una prestazione straripante e di una tripletta decisiva), il Padova raggiunge un pareggio in extremis sul campo del Fiorenzuola (1-1): i rossoneri hanno trovato il vantaggio con Ceravolo prima del riposo, poi i veneti, rimasti in dieci uomini, hanno ugualmente trovato il gol del pari con Delli Carri. La squadra di Tabbiani è quindi matematicamente costretta a dover giocare gli spareggi, molto probabilmente contro il Novara. Un Novara che si fa riprendere dalla Triestina, davanti agli 8.000 spettatori del rinnovato stadio “Nereo Rocco”, con il solito gol incassato nei minuti di recupero: la rete iniziale di Urso, la quinta dell’esterno mancino in campionato, aveva illuso un po’ tutti, poi il pareggio immediato di Moretti su sfortunata deviazione di Lorenzini ha riportato in parità la sfida. Neppure il primo gol italiano di Ongaro, che ha fissato il parziale sull’1-2, è servito alla squadra di Gattuso, raggiunta al quarto minuto di extra-time dalla rete del subentrato finlandese Vertainen. Adesso, per Ranieri e compagni, diventa fondamentale vincere l’ultima sfida di campionato al “Piola” contro il Fiorenzuola e sperare che Pergolettese e Pro Sesto non vincano. Dunque, azzurri non più padroni del loro destino ma legati anche ai risultati delle altre avversarie.

Il Vicenza si assicura il terzo posto in classifica battendo per 2-0 il Trento in casa e approfittando del pareggio interno della Triestina: Della Morte e Ronaldo vanno a segno regalando il successo pieno alla formazione guidata da mister Vecchi, mentre la compagine trentina spera ancora nei play-off. Al quinto posto staziona invece l’Atalanta U23 che, con il netto successo per 3-0 sulla Pro Sesto, “blinda” tale posizione con un’ottima prova dei bergamaschi, mai veramente in difficoltà: la sblocca Capone, raddoppia Diao, la chiude Cissé. Per la compagine milanese diventa ora fondamentale ottenere un successo pieno in casa della Pro Patria, per sperare di approdare ai play-out e giocarsi lì la salvezza della categoria. Non va oltre lo 0-0 casalingo il Legnago, bloccato al “Sandrini” dall’Alessandria ultima in classifica: ai pali di Buric e Baradji hanno risposto quelli di Busatto e Mastalli, in una partita controllata dall’Alessandria nel primo tempo e dal Legnago nella ripresa. Toccante il minuto di silenzio per la morte di Mattia Giani, fratello di Elia, giocatore del Legnago.

È festa in casa Giana Erminio: il Renate è battuto e l’accesso ai play-off è ora matematico. Decisiva la doppietta di Maguette Fall, arrivato a quota 13 reti in stagione, mentre la compagine nerazzurra ha ormai poco da chiedere alla sua stagione vista la posizione in classifica. Un discorso valido anche per l’AlbinoLeffe che con il punto conquistato sul campo della Pergolettese (1-1 il finale) può festeggiare l’aritmetica salvezza, anche se brucia il gol subito in pieno recupero, senza il quale proprio la Pergolettese ora si troverebbe appaiata in classifica con il Novara a 42 punti. La Pro Patria fallisce la rimonta sulla Virtus Verona ma è comunque salva, con i “tigrotti” sconfitti 3-1: per la compagine di Busto Arsizio, dunque, si complica la corsa ai play-off ma arriva la matematica salvezza. I veneti trovano il doppio vantaggio nel primo tempo con il gol di Danti e il rigore di Gomez. Nel finale accorcia Ghioldi, mentre Ceter in pieno recupero ristabilisce i due gol di distanza. Chiude l’analisi della penultima giornata di campionato, il ritorno alla vittoria interna della Pro Vercelli sull’Arzignano, battuto per 2-0: decisivi i gol di Maggio realizzati nella prima frazione di gioco, che regalano un’importante vittoria.


Per visualizzare il calendario completo della Serie C
clicca qui

Per visualizzare la classifica marcatori della Serie C
clicca qui

redazione vanovarava.it

 


La nascita del Novara FC


Sito ufficiale Lega Pro

Cerca nel sito...
Sondaggio
Come giudichi la stagione 2023-24 del Novara FC?
 
Storico Articoli