gototopgototop


News...
Novara FC: primo test-match al “Piola” della stagione 2024-25 Novara FC: primo test-match al “Piola” della stagione 2024-25 Fonte: novarafootballclub.it Gli azzurri chiuder...
Athletics Novara: ripresa del campionato Athletics Novara: ripresa del campionato Pubblichiamo integralmente il testo del...
Ufficiale: Novara FC, Giuseppe Mascara nuovo allenatore della Primavera Ufficiale: Novara FC, Giuseppe Mascara nuovo allenatore della Primavera Di redazione vanovarava.it La notizia era nota d...
Torna Underdog Boxing Event a Novarello Torna Underdog Boxing Event a Novarello Di redazione vanovarava.it Domenica 21 luglio 20...
Ufficiale: Marko Brkic è un nuovo calciatore del Novara FC Ufficiale: Marko Brkic è un nuovo calciatore del Novara FC Di redazione vanovarava.it Nell’ottica di un raf...
Igor Volley Novara: un anno dopo ecco Orthmann Igor Volley Novara: un anno dopo ecco Orthmann Pubblichiamo integralmente il testo del comunic...
Il Centro Judo Novara un esempio di progettazione Il Centro Judo Novara un esempio di progettazione Di redazione vanovarava.it Estrema soddisfazione...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Football Club


Sondaggio
Stagione 2024-2025: dove pensi che arriverà il Novara FC alla fine del campionato?
 


Il simbolo di Novara!

Il Simposio delle Grazie


Di Alice Previtali

Nessun inizio è mai tanto determinante da deciderne la fine. Nel calcio, come nella vita, è certo che non vince chi comincia favorito ma solo chi arriva lontano, con le proprie forze e un pizzico di fortuna. E siamo certi che schemi, piani e statistiche, cui scopo è dare ordine alla confusione, nel calcio come nella vita sono destinati a liquefarsi di fronte all’imprevedibilità della partita o della situazione che stiamo vivendo. La realtà dei fatti è che siamo di fronte ad una squadra con il merito di non essere mai crollata da un punto di vista psicologico, nonostante tutto, soprattutto nonostante un mancanza di fiducia collettiva, osservazioni feroci e colpe addossate immeritatamente.

Poi arriva il momento del “Derby delle risaie” che, per il popolo “tifoso” novarese, si traduce nella “prova del nove”, un rito di iniziazione con il quale scegliere se riempire d’amore, ancora una volta, il colore azzurro quasi azzoppato (oltre che dalla classifica anche dai cambiamenti itineranti e dalle valutazioni collettive che indirettamente hanno posto ostacoli sul cammino della squadra), più da una sfortuna costantemente disarmante.

Ma poi succede... Quel momento lì che decreta la fine del pensiero negativo. Succede che la squadra di Gattuso è riuscita a mettere in soqquadro pensieri e parole, confondendo gli ormai poco credenti - e malfidenti tifosi - e non. Gli azzurri si sono ripresi ciò che sentivano loro, quella sera del derby. Un botta e risposta sotto il cielo stellato di un lunedì di novembre, in casa vercellese. E no, non è questione di punti in classifica o di vittorie, anche se l’hanno veramente cercata - e quasi ottenuta - è questione dell’eroica decisione di continuare a tirare, anche dopo il più grande errore.

Ecco, quel momento . Il Novara FC ha sempre, bene o male, avuto un senso tattico molto presente ma anche, forse, la colpa di accontentarsi del dominio statistico e di una buona circolazione del pallone senza però vantare l’esasperazione della pressione e senza saper strozzare la partita, anzi… era la partita a prendere per il collo la squadra. Possesso palla e carisma creativo erano due sostantivi incapaci di interagire tra loro, come i concetti platonici di Eros e Thanatos, figure che risalgono alla mitologia greca (dalla filosofia di Platone approdano poi alla psicoanalisi di Freud) e indicano due elementi fortemente contrapposti tra loro: il primo rappresenta l’erede di quella forza capace di creare la vita; il secondo, invece, raffigura la componente distruttiva.

E nel calcio, come nella vita, l’essere si riduce a due tipi di pulsioni: quella autodistruttiva e il principio di sopravvivenza come creatività. Il bilanciamento tra queste due forze porta, inevitabilmente, all’evoluzione, o - giornalisticamente parlando - alla svolta. E così arriva il momento in cui perseguiamo vittorie per le quali siamo disposti a perdere, con una mente pensante, un cuore pulsante e polmoni pieni d’aria e di volontà, così da essere ben certi di poter dare inizio, seppur in ritardo, al nostro azzurrissimo Simposio delle Grazie.

Servizio di Alice Previtali

 


Abbonamenti 2024/2025


La nascita del Novara FC


Sito ufficiale Lega Pro

Cerca nel sito...
Storico Articoli