gototopgototop
News...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Football Club

La nascita del Novara FC

Classifica 2021/2022
Cerca nel sito...
Sondaggio
Novara Football Club. Quali sono le tue aspettative per l’attuale campionato di Serie D?
 

Conferenza stampa pre Novara FC-Lavagnese


Di redazione vanovarava.it
Foto © Guido Leonardi

Per il Novara FC, quello maturato domenica scorsa in casa del Pont Donnaz può considerarsi un pareggio dal sapore di vittoria. Questo il commento di mister Marchionni (nella foto), alla vigilia del prossimo match, al “Silvio Piola”, contro la Lavagnese: Per come si era messa la partita, della gara di domenica si salva solo il risultato. L’atteggiamento del primo tempo non mi è piaciuto per niente. C’è stata una reazione, ma non riesco a capire come una squadra come il Novara non possa giocare un’intera partita come fatto nel secondo tempo. Sono arrabbiato per questo, perché secondo me questi sono tutti punti persi, anche se - come detto - la reazione c’è stata e siamo stati bravi a trovare il pareggio... che può sapere di vittoria ma fino ad un certo punto”.

Come si esce da questa problematica che ormai, in trasferta, è diventata una costante? “Ci sto lavorando tutti i giorni. Se avessi già trovato la soluzione non staremmo a parlare di questo. È importante non perdere, ma una squadra che vuole vincere il campionato non può regalare un tempo agli avversari. Anche perché non è sempre detto che si riesca a raddrizzare il risultato”.

La risposta dei giocatori qual è al riguardo? “Potranno starci alcuni fattori, dal fatto che l’avversario corra molto di più, al fatto di giocare fuori casa… però anche le grandi squadre, se vanno sotto ritmo, trovano delle difficoltà. In questo campionato noi siamo una squadra importante e non possiamo commettere questi passi falsi. Quando giochiamo in casa abbiamo dimostrato di essere una squadra molto forte, ma dobbiamo diventarlo anche in trasferta”.

Per la gara contro la Lavagnese, sono stati squalificati Bonaccorsi e Di Masi… “Ho già qualche idea per sostituirli. Sono due giocatori importanti che hanno sempre giocato, ma chi andrà in campo sarà all’altezza del proprio ruolo”.

Spadini? “Non ha ancora recuperato del tutto per un problema alla spalla. I medici stanno valutando la sua condizione”.

La Lavagnese non arriva reduce da un buon momento di forma… “Bisognerà subito far capire all’avversario che il Novara vuole vincere la partita a tutti i costi, anche per riscattare il primo tempo di domenica scorsa”.

Altri indisponibili? “Amoabeng ha quasi recuperato del tutto, mentre Agostinone difficilmente sarà della partita”.

Possibile una difesa a quattro? “E’ una soluzione, perché domenica giocando a quattro in difesa abbiamo sofferto poco, anche se in quel caso è cambiata la mentalità del gruppo”.

Di Munno? “Lui è un classico regista. Sa bene quello che deve fare e già domenica ha dimostrato di mettere applicazione in campo. Con lui può giocare qualsiasi compagno di reparto, grazie alla sua facilità nell’interpretare le partite. Per la sua giovane età è già molto esperto”.

Laaribi, invece, contro il Pont Donnaz non ha brillato… “Per quanto visto nel primo tempo, domenica sarebbero stati da sostituire tutti quanti. Bisogna essere onesti. Nella ripresa, al di là delle sostituzioni operate, anche chi ha giocato il primo tempo ha cambiato passo”.

C’è qualche azzurro in lista di partenza? “Io vorrei che restassero tutti con me perché si è creato un bel gruppo e se ci sarà qualche partenza sarà un dispiacere per tutti. Quello che si è creato quest’anno difficilmente l’ho visto, anche nella mia carriera di giocatore”.

redazione vanovarava.it
Foto © Guido Leonardi

 

Storico Articoli