gototopgototop
News
Esclusiva VNV: L’intervista a Marco Zunno Esclusiva VNV: L’intervista a Marco Zunno Di Alberto Battimo Giocatore di talento e...
Stefania Sansonna rinnova per un altro anno con la Igor Stefania Sansonna rinnova per un altro anno con la Igor Pubblichiamo integralmente il testo del...
Statistiche azzurre alla 34a giornata Statistiche azzurre alla 34a giornata Di Giovanni Chiorazzi Sono on-line le statistiche...
Play-off Scudetto: Novara supera a fatica Monza Play-off Scudetto: Novara supera a fatica Monza Pubblichiamo integralmente il testo del comun...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Calcio

Classifica 2020/2021

Sondaggio
Dopo il mercato di “riparazione” 2021, ritieni che il Novara Calcio:
 

La formazione di Novara-Pergolettese


Di redazione vanovarava.it

L’ultimo turno di campionato ha visto il Novara Calcio “bloccato” fra le mura amiche del “Silvio Piola” da una squadra, la Pergolettese, che ha dato del filo da torcere alla compagine azzurra. Una partita, specie nel primo tempo, dove si è potuto assistere a tanto movimento della palla con rapidi capovolgimenti di fronte, che tuttavia si sono sempre “infranti” nell’ultimo passaggio, quello in fase realizzativa, con le due difese che hanno prevalso senza dubbio su entrambi gli attacchi.

Mister Banchieri, per l’occasione, ha riconfermato il “suo” 4-2-3-1 con ben poche novità all’undici iniziale rispetto a quelle che potevano essere le indiscrezioni della vigilia. Detto questo, però, alcune scelte apportate dal tecnico azzurro sono state di carattere esclusivamente tecnico, come l’impiego di Desjardins fra i pali al posto di Lanni e quello di Colombini sulla corsia sinistra al posto di Cagnano, quest’ultimo subentrato solo nella ripresa proprio al compagno pari ruolo. Sulla corsia destra è partito dall’inizio, come di consueto, Corsinelli, prima che un brutto infortunio sul finale del primo tempo lo costringesse a uscire, venendo rilevato da Lamanna senza alcun cambio tattico. In mezzo, la coppia formata da Migliorini e Pogliano non ha avuto vita facile, sia per l’incisività degli attaccanti avversari, sia il pressing continuo che ha sollecitato più del dovuto le attenzioni della difesa azzurra.

In mezzo al campo Schiavi e Collodel hanno dovuto badare molto anche alla fase di copertura, prima che Buzzegoli rilevasse a inizio ripresa l’argentino, parso un po’ in calo di condizione rispetto al solito, soprattutto per il grande dispendio di energie nella corsa sul campo.

In attacco Panico, Lanini e Zunno sono partiti a supporto di Rossetti punta avanzata, senza tuttavia trovare alcun varco nell’attenta retroguardia cremasca. Gli ingressi di Malotti e Moreo nel secondo tempo non hanno apportato quella verve che ci si sarebbe aspettati, con un po’ di rammarico finale per un’occasione d’oro sciupata nel rilanciarsi in zona play-off.

redazione vanovarava.it

 

La maglia azzurra 2020-21

Storico Articoli