gototopgototop
News
Esclusiva VNV: L’intervista a Marco Zunno Esclusiva VNV: L’intervista a Marco Zunno Di Alberto Battimo Giocatore di talento e...
Stefania Sansonna rinnova per un altro anno con la Igor Stefania Sansonna rinnova per un altro anno con la Igor Pubblichiamo integralmente il testo del...
Statistiche azzurre alla 34a giornata Statistiche azzurre alla 34a giornata Di Giovanni Chiorazzi Sono on-line le statistiche...
Play-off Scudetto: Novara supera a fatica Monza Play-off Scudetto: Novara supera a fatica Monza Pubblichiamo integralmente il testo del comun...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Calcio

Classifica 2020/2021

Sondaggio
Dopo il mercato di “riparazione” 2021, ritieni che il Novara Calcio:
 

Le voci dallo spogliatoio: Novara-Pergolettese


Di redazione vanovarava.it
Foto © Guido Leonardi

Nella sfida interna contro la Pergolettese, squadra che arrivava al “Piola” reduce da un ottimo stato di forma, il Novara non avrà centrato un risultato pieno dovendosi accontentare soltanto di un pareggio, ma i tifosi azzurri possono ugualmente festeggiare una serena Pasqua grazie all’ulteriore tassello aggiunto dalla squadra di mister Banchieri (nella foto) nell’obiettivo del mantenimento della categoria: “La squadra nei primi venti minuti ha faticato, poi è entrata in partita e nel secondo tempo credo vi sia stato un forcing unico da parte nostra, perché ricordo un’azione-gol di Zunno dove il loro portiere è stato molto bravo, così come lo era stato su un’altra conclusione di Rossetti nel primo tempo - sono state le dichiarazioni a caldo del tecnico azzurro, che ha poi proseguito - Ci sono poi quei due/tre episodi che non mi piace commentare però restano solari… Prendiamo atto e andiamo avanti ma rimane un’ottima prestazione e un altro risultato positivo, oltre al 23° punto del girone di ritorno e a unaltra partita senza subire gol. Nelle ultime quattro partite abbiamo subito una sola rete e questo non è solo importante, ma fondamentale per una squadra che vuole fare bene. Ci spiace non aver vinto ma siamo soddisfatti dell’ottima prestazione di tutti i ragazzi”.

Al “Piola” è la quinta partita consecutiva senza subire gol… “È importante avere un equilibrio nonostante si giochi con quattro attaccanti per tutta la partita. Questi numeri ci confortano, anche perché a gennaio erano insperati. I ragazzi sono stati bravi a mantenersi in partita anche oggi e creare i presupposti per andare a segno”.

Si sarebbe potuto fare qualcosa di più contro la Pergolettese? “La Pergolettese ha vinto segnando quattro gol alla Juventus U23 e nelle ultime quattro partite ha raccolto tre vittorie e un pareggio… È sicuramente una squadra in salute, ma lo siamo anche noi perché nelle ultime quattro gare abbiamo fatto otto punti e in questo periodo dell’anno sono molti. Questo ci dà fiducia, ci permette di continuare e di guardare a un obiettivo maggiore nelle prossime quattro partite, perché ora l’ambizione deve salire e non dobbiamo porci limiti”.

Perché non tenere sempre uno fra Zunno e Panico da inserire a gara in corsa? Sembrano gli unici a garantire il cambio di passo quando serve… “Credo che mettendoli insieme possano essere decisivi e quando la stanchezza prende il sopravvento abbiamo altri giocatori come Malotti, Piscitella o Cisco… Ritengo che oggi tutti abbiano fatto un’ottima gara e i cambi ci hanno dato qualcosa in più”.

Si sa già qualcosa circa l’infortunio di Corsinelli? “Non si sa ancora nulla, adesso è in ospedale per degli accertamenti. Ha preso una botta alla testa e speriamo che non sia nulla di grave”.

Le statistiche dicono che lei è l’allenatore del Novara con la media/punti più alta degli ultimi cinque anni… “Sono felice perché questo gratifica degli ultimi due anni e del lavoro svolto. Voglio condividere questo primato con i calciatori che ho potuto allenare perché è grazie a loro che questo si è reso possibile, assieme allo staff e a tutto il club. Fa inoltre ancora più piacere, pensando che negli ultimi cinque anni a Novara ci sono stati allenatori molto importanti come ad esempio Corini. Il merito è di tutti. Dopo la gara giocata a Pistoia, una persona a me vicina piangeva perché credeva di non potercela fare a raggiungere la salvezza e io gli dissi che, fosse stata l’ultima cosa che avrei fatto, avrei portato il Novara alla salvezza... oggi sono felice per quella persona, per la nostra situazione e per il club che merita di restare tra i professionisti, oltre ovviamente ai tifosi che ora potranno passare una Pasqua in modo più sereno”.

redazione vanovarava.it
Foto © Guido Leonardi

 

La maglia azzurra 2020-21

Storico Articoli