gototopgototop
News
Esclusiva VNV: L’intervista a Marco Zunno Esclusiva VNV: L’intervista a Marco Zunno Di Alberto Battimo Giocatore di talento e...
Stefania Sansonna rinnova per un altro anno con la Igor Stefania Sansonna rinnova per un altro anno con la Igor Pubblichiamo integralmente il testo del...
Statistiche azzurre alla 34a giornata Statistiche azzurre alla 34a giornata Di Giovanni Chiorazzi Sono on-line le statistiche...
Play-off Scudetto: Novara supera a fatica Monza Play-off Scudetto: Novara supera a fatica Monza Pubblichiamo integralmente il testo del comun...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Calcio

Classifica 2020/2021

Sondaggio
Dopo il mercato di “riparazione” 2021, ritieni che il Novara Calcio:
 

Conferenza stampa pre Novara-Lecco


Di redazione vanovarava.it

Mister Banchieri (nella foto) è intervenuto nella consueta conferenza pre-gara, questa volta alla vigilia della sfida che metterà di fronte il Novara Calcio al Lecco, squadra in ottima salute e in grado di battere avversari del calibro di Como, Juventus U23 e, non da ultimo, Renate. È lo stesso tecnico azzurro ha sottolineare il valore dei prossimi avversari: “Quest’anno dobbiamo avere la capacità di non pensare più alle partite concluse, dove non si può più cambiare il risultato, ma concentrarsi solo su quelle da disputare, dove dobbiamo impiegare tutte le nostre energie per fare risultato. In questo momento, per noi, è molto più importante il risultato della prestazione, però credo che - per logica - al risultato ci si debba arrivare sempre grazie a una buona prestazione”.

Contro il Lecco che gara sarà? “Il Lecco gioca bene ed è una squadra in salute. Cercherà di giocarsela e di fare la partita, è un avversario che può vincere il campionato perché in questo momento è forse la squadra più in salute, mentre noi dobbiamo salvarci. Questo è quello che dicono i risultati. Se un avversario vince da tanto tempo, anche contro squadre di vertice, vuol dire che ha sicuramente delle abilità. Dovremo fare attenzione a queste loro abilità, ma la partita di mercoledì contro la Juventus U23 ha confermato che anche noi ne abbiamo tante”.

La situazione indisponibili? “Cagnano deve fare ulteriori accertamenti clinici e il ragazzo non sta bene. Ha male al ginocchio e sicuramente non sarà della partita domenica pomeriggio”.

Colombini potrebbe sostituirlo? “Si sta allenando con continuità da 15 giorni e potrebbe anche giocare lui, così come Lamanna o altri giocatori di cui abbiamo fiducia. Colombini è un giocatore di ruolo che purtroppo negli ultimi due anni non è riuscito a giocare troppo per problemi di vario genere, tra cui la pandemia. Ma è un ragazzo forte e che ha giocato anche nell’Inter. È un ragazzo di prospettiva, tecnica e qualità”.

Lamanna però non ha trovato molto spazio ultimamente… “Ha sofferto per una pubalgia molto grave, che ha curato e dalla quale è guarito da poco. Ora da qualche settimana è rientrato in gruppo e ci fidiamo di lui, che può giocare indifferentemente a destra oppure a sinistra”.

Rossetti invece come sta? “Nonostante la sua assenza, contro la Juventus U23 siamo riusciti a fare un’ottima gara in attacco. Sono stati bravi Gonzalez, Zunno, Malotti. Lanini e, nel secondo tempo, Panico. Ci spiace per l’assenza di Rossetti ma giocando ogni tre giorni il margine di recupero non è scontato”.

Gonzalez però ha fallito due occasioni facili contro la Juventus U23… “L’assenza di Rossetti è importante per le sue caratteristiche, perché nessun altro in rosa ne ha come lui. Però ci sono giocatori che ne hanno altre e Gonzalez, per me, è stato funzionale alla squadra. Avrebbe forse potuto sfruttare meglio quelle due occasioni, però è stato bravo ad aprire il gioco tre/quattro volte per Zunno, dove in una di queste è scaturito il nostro gol. A Gonzalez avevamo chiesto di aprire spazi per i compagni ed è quello che ha fatto, considerando poi che era stato fuori per tanto tempo a causa di problemi fisici. Il calcio è un gioco di errori e non di abilità, perché tutti ne commettono. E in questo tipo di gioco vince chi sbaglia di meno. Ecco... noi dobbiamo essere bravi a sbagliare meno degli altri”.

Il gruppo sta dando dimostrazione di essere molto unito… “Questa è la chiave di volta per una squadra di calcio forte come la nostra... La coesione e il fatto di sentirsi tutti utili alla causa. Bisogna sapersi far trovare pronti, mi piace chi dimostra il bene del Novara quando viene scelto. So di poterlo chiedere a dei ragazzi che tengono tanto alla salvezza”.

Contro il Lecco toccherà a Migliorini e Pogliano schierarsi al centro della difesa? “Vediamo, io ho sempre fiducia anche in Bellich, ma ha un problema al tendine che gli priva di allenarsi con continuità”.

In mezzo al campo invece? “Ci saranno delle rotazioni perché c’è bisogno di energie fresche. Vedremo chi starà meglio per darci garanzie dal primo minuto. Hrkac sta recuperando, anche se non è ancora al massimo della condizione. Ivanov invece lavora ancora a parte per un problema al ginocchio”.

redazione vanovarava.it

 

La maglia azzurra 2020-21

Storico Articoli