gototopgototop
News
Esclusiva VNV: L’intervista a Marco Zunno Esclusiva VNV: L’intervista a Marco Zunno Di Alberto Battimo Giocatore di talento e...
Stefania Sansonna rinnova per un altro anno con la Igor Stefania Sansonna rinnova per un altro anno con la Igor Pubblichiamo integralmente il testo del...
Statistiche azzurre alla 34a giornata Statistiche azzurre alla 34a giornata Di Giovanni Chiorazzi Sono on-line le statistiche...
Play-off Scudetto: Novara supera a fatica Monza Play-off Scudetto: Novara supera a fatica Monza Pubblichiamo integralmente il testo del comun...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Calcio

Classifica 2020/2021

Sondaggio
Dopo il mercato di “riparazione” 2021, ritieni che il Novara Calcio:
 

Le voci dallo spogliatoio: Novara-Pro Sesto


Di redazione vanovarava.it

Foto © Guido Leonardi

Dopo la bella prestazione contro la Carrarese, coincisa anche con il ritorno alla vittoria in trasferta, gli azzurri vengono fermati in casa dalla Pro Sesto in un match poco entusiasmante, povero di occasioni degne di nota e che ha visto gli uomini di mister Banchieri (nella foto) poco incisivi in fase d’attacco: “Siamo stati poco precisi nei passaggi, tecnicamente avremmo potuto essere più bravi e più lucidi nelle scelte, più incisivi nell’uno contro uno sia nel primo che nel secondo tempo”. Queste le prime dichiarazioni nel post-gara del tecnico azzurro, che ha poi proseguito: “Ricordo qualche buona occasione da gol per noi, come quella di Schiavi salvata di testa sulla linea, oppure quella sempre di Schiavi da fuori area. Ci sono poi state tante situazioni nell’area avversaria dove avremmo dovuto essere più bravi nel determinare. In una partita di questo genere, se non si sblocca il punteggio si fa il gioco degli avversari che tendono a difendersi e basta. Bisogna essere più bravi, pazienti e precisi nelle giocate”.

Con l’uscita di Rossetti è toccato a Lanini ricoprire il ruolo di prima punta, ma con risultati meno brillanti del consueto… “Rossetti si è purtroppo fatto male e ha sentito contrarsi un muscolo. Da qui la scelta di sostituirlo. È vero che Lanini perde qualcosa in quel ruolo, ma con l’ingresso di Zunno, sommata alla presenza di Panini e Malotti, di forza per attaccare in campo ne avevamo molta. Nel finale poi abbiamo schierato anche Moreo che non ha ancora molti minuti nelle gambe. Parliamo di un pareggio che ovviamente avremmo voluto fosse una vittoria, però è anche vero che in sette partite abbiamo fatto dodici punti e dobbiamo proseguire per arrivare alla salvezza. È fondamentale provare a vincere in tutti i modi e quando non si può vincere queste partite non vanno perse. Era da tanti mesi che non subivamo gol e oggi siamo stati bravi a mantenere inviolata la nostra porta. Fra quattro giorni torniamo a giocare, dobbiamo guardare avanti e recuperare energie perché questo è importante, attingendo a tutta la rosa a disposizione e guardando a chi è più in condizione. Speriamo di recuperare Rossetti, se così non fosse avremmo un altro centravanti di ruolo da impiegare”.

Qual è la condizione di Moreo? “Arriva da una situazione Covid particolare, dove si è allenato poco. Con noi si sta allenando bene e con continuità. Oggi ha fatto quello che gli avevo chiesto, appena starà meglio potrà giocare per più minuti. Abbiamo sempre altri attaccanti come ad esempio Cisco, che ha creato tre/quattro occasioni che avremmo potuto sfruttare meglio, oppure Zunno che ha contributo alla nostra vittoria di Carrara. Dobbiamo essere più aggressivi in determinati momenti della partita”.

Forse si sarebbe potuto fare maggior uso della panchina contro un avversario che aveva giocato solo pochi giorni fa... “Abbiamo fatto quattro cambi di cui tre entro il settantesimo… Non ho ritenuto necessario usarne cinque oggi, perché mi è sembrato che avessimo il controllo della partita. In tempi non sospetti questa partita si sarebbe anche potuta perdere. Ci prendiamo un punto che per noi è guadagnato e muove la nostra classifica e guardiamo avanti per raggiungere i punti necessari ad arrivare alla salvezza”.

redazione vanovarava.it
Foto © Guido Leonardi

 

La maglia azzurra 2020-21

Storico Articoli