gototopgototop
News
Igor Volley Novara: altra vittoria da tre punti a Brescia Igor Volley Novara: altra vittoria da tre punti a Brescia Pubblichiamo integralmente il testo del comun...
Esclusiva VNV: L’intervista a Tommaso Bianchi Esclusiva VNV: L’intervista a Tommaso Bianchi Di Alberto Battimo Giocatore affidabile e di qua...
La presentazione ufficiale del DS Mauro Borghetti La presentazione ufficiale del DS Mauro Borghetti Di redazione vanovarava.it Mauro Borghe...
Ufficiale: Schiavi con la maglia del Novara sino al 2023 Ufficiale: Schiavi con la maglia del Novara sino al 2023 Di redazione vanovarava.it In un moment...
Porta Mortara Baseball: Rizzi riconfermato presidente Porta Mortara Baseball: Rizzi riconfermato presidente Di Flavio Bosetti Mentre si attendono novi...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Calcio

Classifica 2020/2021

Sondaggio
Dove pensi possa arrivare il Novara Calcio al termine della stagione 2020-2021?
 

Conferenza stampa pre Novara-Olbia


Di redazione vanovarava.it
Foto © Guido Leonardi

Dopo una lunga pausa, anche il campionato di Serie C riprende il suo cammino. Per il Novara la situazione resta molto delicata e all’orizzonte si prospetta una sfida contro un avversario, l’Olbia, che si trova appaiato in classifica agli azzurri e cercherà di strappare tre punti fondamentali in ottica salvezza. Mister Banchieri (nella foto), intervenuto nella conferenza pre-gara con mezz’ora di ritardo rispetto a quanto programmato (probabilmente per un incontro con i giocatori dopo l’esonero da parte della società del DS Orlando Urbano), fa il punto della situazione alla vigilia di questo crocevia: “Si riprende con una partita simile a tutte quelle che si presenteranno da qui in avanti, con delle difficoltà per lo stato attuale delle cose. Tuttavia penso che sia una partita dove è vero che noi siamo in emergenza… con l’assenza di Schiavi e Collodel in mezzo al campo, con Piscitella non ancora certo del rilascio dell’idoneità sportiva fino al 19 gennaio e con altri acciaccati come Lamanna, Colombini, Mbaye e Hrkac… ma nell’emergenza e nelle difficoltà si devono trovare le opportunità. Questo è il mio pensiero. Dobbiamo metterlo in atto sul campo con tutte le nostre energie. Troverò 14/15 ragazzi che al contrario stanno bene, sono a disposizione e dei quali mi fido pienamente”.

Cosa ha visto Banchieri nella squadra alla ripresa degli allenamenti? “Quello che ho sempre visto ad ogni ripartenza… Quando a gennaio si riparte, al di là della posizione occupata in classifica, ci si ritrova sempre di fronte a un nuovo campionato. È inevitabile. Bisogna trovare energie, freschezza mentale e convinzione in quello che facciamo. Questo è quanto ho trovato in quelli che vogliono il bene del Novara. Poi ci sono partite che certificano impegno e qualità impiegati, per ottenere quello che vogliamo raggiungere”.

Quanto potranno incidere i continui colpi di scena che arrivano da Novarello (come la cessione di Sbraga, quella ipotetica di Bianchi e l’esonero del DS Urbano)? “Un giocatore, un allenatore ma un lavoratore in genere, deve sempre scindere gli aspetti esterni che condizionano la loro professione, da quelli interni che fanno altrettanto. Io non posso commentare questi aspetti e non dobbiamo farci travolgere da chi è andato via, perché quello che conta sono le partite, gli allenamenti e tutto ciò che ruota attorno. I calciatori devono pensare esclusivamente a quello… se ne hanno la capacità saranno ottimi giocatori e ottime persone; se al contrario non dimostrassero di avere questa capacità sarebbe troppo facile trovare un alibi in chi è assente (Collodel o Schiavi ad esempio) o in chi non c’è più. La società si occupa di questi aspetti, non chi va in campo”.

C’è la consapevolezza di giocarsi molto nelle prossime tra trasferte, contro Olbia, Como e Pro Vercelli? “Abbiamo già acceso la spia dell’emergenza dal mio ritorno in panchina. È chiarissimo che dobbiamo fare qualcosa di straordinariamente importante per salvare la categoria. Non vogliamo fare gli ipocriti. Il mio impegno e quello del club sarà profuso in questo. Per noi è già lampante che vi sia una criticità”.

Non crede che con una situazione di classifica deficitaria, diventi difficile ingaggiare giocatori di buona caratura? “Ci sono altri club che hanno una classifica peggiore della nostra e che trovano buoni giocatori, quindi questo non credo sia un problema… Oggi però non dobbiamo focalizzarci sul mercato, bensì sulle partite. Al mercato pensa la società, che saprà fare ciò che serve a questa squadra come ha sempre fatto nel suo corso”.

Gli allenamenti sono ripresi subito ad inizio anno, segnale che i giocatori tengono all’obiettivo salvezza… “È stata fatta una presa di coscienza importante da parte della squadra, perché tutti si sono resi conto che serve qualcosa in più per colmare quel gap che ancora ci manca in partita. Sul profilo atletico sono tanti i giocatori che stanno recuperando le situazioni pregresse. Tra l’altro contro l’Olbia mancherà anche Tordini, che purtroppo risente di una lesione non ancora cicatrizzata del tutto. In questi giorni abbiamo lavorato molto sul sacrificio e sulla maggior corsa, i due aspetti che sono venuti a mancare nelle ultime gare. Già dal prossimo impegno mi aspetto che nella testa di tutti i giocatori ci sia molta convinzione, molta voglia di fare e di aiutarsi a vicenda. Parte tutto da lì. Il mio compito è dare convinzione, sicurezza, fiducia e un’idea su quello che la squadra deve fare”.

Posto che non tutti i giocatori attualmente ai margini del progetto potranno trovare un’altra squadra, come si potranno reinserire questi ultimi? “Non è una domanda pertinente al mio ruolo. Questa è una domanda da rivolgere alla società. Dobbiamo parlare di fatti concreti, non di ipotesi. Nei dovuti modi e luoghi, ho già espresso il mio pensiero alla società”.

redazione vanovarava.it
Foto © Guido Leonardi

 
La maglia azzurra 2020-21

Storico Articoli