gototopgototop
News
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Calcio

Classifica 2020/2021

Sondaggio
Dove pensi possa arrivare il Novara Calcio al termine della stagione 2020-2021?
 

Novara-Carrarese 1-1


Di Giovanni Chiorazzi

In casa azzurra, il rammarico per non aver saputo mantenere il vantaggio sino alla fine contro la Carrarese è davvero tanto, ma lo è anche per non aver saputo concretizzare la netta supremazia territoriale con la quale gli uomini di mister Banchieri sono tornati in campo subito dopo l’intervallo. Un’egemonia che ha portato il Novara a sfiorare la rete del raddoppio nella seconda frazione di gioco in almeno sei nitide occasioni, dove a venir meno sono stati in primis il poco cinismo e la limitata cattiveria agonistica, oltre alle abilità del portiere ospite che evidentemente si trovava in una “giornata di grazia”. Detto questo, parlando da sportivi e non da tifosi, il pareggio finale rispecchia in pieno il risultato più equo per quanto potuto osservare in campo, in un match che non ha certo tradito le attese della vigilia regalando emozioni e incertezze sino all’ultimo, con due pali colpiti dalla compagine toscana nel primo tempo, una traversa ancora per la Carrarese nella ripresa (dalla quale poi è scaturito anche il gol, con la sfera ad oltrepassare la linea di porta di Lanni) e un’altra traversa centrata dal Novara allo scadere, per una sfida rimasta equilibrata dall’inizio alla fine. Sebbene questo pareggio, il primo in campionato per la compagine azzurra che sino ad oggi aveva sempre vinto o perso, possa assumere le sembianze di una sconfitta per come è maturato, è giusto anche sottolineare i tanti aspetti positivi che sono emersi da un confronto che era senza dubbio “provante” per Buzzegoli e compagni, dato il valore della rosa toscana. A fornire segnali molto incoraggianti, infatti, è stata la crescita di condizione e di gioco messa in atto dal Novara, che a tratti è parso nettamente superiore agli avversari e questa volta non solo grazie alle individualità dei singoli, bensì ad un collettivo che comincia a giocare in sincronia, probabilmente grazie all’acquisizione di quegli automatismi fondamentali per giocare più sciolti e con maggiore lucidità. Ottimo anche il fatto che questo sia avvenuto proprio contro la Carrarese, fra le squadre affrontate sino ad ora quella che sulla carta appare più attrezzata - al pari del Novara - per giungere al traguardo finale. Con il gol messo a segno da Bove, inoltre, salgono a nove i giocatori che hanno già trovato la marcatura in questo primo scorcio di campionato, a dimostrazione di come in questa squadra non vi sia un unico “punto di riferimento”, bensì tutti il gruppo sia potenzialmente in grado di fare la differenza. Fra gli aspetti negativi, invece, è innegabile che la formazione azzurra patisca qualcosa di troppo dalla battuta dei corner, visto che anche il gol della Carrarese è giunto dagli sviluppi di una circostanza similare. È necessario lavorare su questo aspetto per non vanificare nuovamente, in futuro, il grande lavoro della squadra, che in questo caso avrebbe potuto portare a casa l’intera posta in palio soltanto con un po’ di attenzione in più, anche in fase realizzativa dove nel finale - subito dopo aver incassato il pareggio - si sono verificate altre due ghiotte occasioni per riportarsi in vantaggio: altro aspetto che fa ben sperare per il proseguo della stagione, perché sinonimo di una squadra che non si accontenta mai e cerca sempre di dare il massimo sino al triplice fischio finale. Se poi anche la buona sorte dovesse continuare a sorridere al Novara, allora ci sono tutte le premesse per togliersi grosse soddisfazioni e divertirsi nuovamente per le partite che restano. Ma nel frattempo i tifosi, oltre ad essere orgogliosi dei propri beniamini, attendono risposte dalla dirigenza azzurra sul destino di mister Banchieri sulla pancina azzurra… il segnale dal pubblico, molto chiaro, è stato quello di appoggiare in pieno l’operato del tecnico (salvo qualche sporadica contestazione). Ora sta a patron Rullo scegliere come procedere, ma per il bene del Novara è meglio che questa decisione arrivi il prima possibile e, soprattutto, che sia definitiva per non destabilizzare tutto l’ambiente.

Giovanni Chiorazzi

NOVARA: Lanni; Lamanna, Migliorini, Bove, Cagnano; Collodel (dal 37'st Firenze), Buzzegoli, Bianchi; Gonzalez (dal 19'st Cisco), Panico (dal 23'st Lanini); Zigoni.
A disposizione
: Desjardins; Bellich, Pogliano, Sbraga, Pagani, Natalucci, Rusconi, Tordini, Zunno.
Allenatore
: Simone Banchieri.


CARRARESE
: Mazzini; Valietti (dal 23'st Grassini), Borri, Murolo, Imperiale; Luci, Kofi Agyei (dal 42'st Ermacora); Calderini (dal 23' Doumbia), Piscopo, Cais (dal 1'st Manzari); Infantino.
A disposizione: Pulidori; Manzari, Caccavallo, Fortunati.
Allenatore: Silvio Baldini.

Arbitro: Sig. Mario Vigile della sezione di Cosenza.
Assistenti: Sigg. Salvatore Emilio Buonocore (sezione di Marsala) e Federico Pragliola (sezione di Terni).
Quarto ufficiale: Sig. Michele Delrio (sezione di Reggio Emilia).

Marcatori: 18'pt Bove (N); 31'st Murolo (C).

Ammonizioni: Cagnano e Lamanna per il Novara; Valietti e Piscopo per la Carrarese.

Espulsioni: nessuna.

Calci d’angolo: 4 per il Novara; 3 per la Carrarese.

Recupero: 1'pt; 3'st.

Note: serata con cielo nuvoloso e leggera foschia, temperature nella media stagionale, terreno di gioco sintetico in precarie condizioni. Partita giocata con un numero massimo di 800 spettatori disposti nella “tribuna centrale” nel rispetto del protocollo sanitario nazionale.

Cronaca:
La gara fra Novara e Carrarese è stata posticipata dalle 17.30 alle 20.30 a causa della positività al Covid-19 di due giocatori ospiti. La squadra toscana si è infatti sottoposta nella mattinata di domenica ad un ulteriore controllo, tramite tamponi, per accertare l’idoneità a scendere in campo. Un aspetto che accresce l’incognita per una partita di alta classifica, tra due squadre che stazionano entrambe a 12 punti in classifica (e al secondo posto), ma con la formazione azzurra che può vantare il miglior attacco del girone e quella toscana che al contrario può fregiarsi della miglior difesa dello stesso. Gli azzurri, “orfani” di Schiavi assente per un risentimento muscolare, scendono in campo con il consueto 4-3-2-1, con la coppia Migliorini-Bove in difesa e in attacco il tridente composto da Zigoni punta avanzata e a suo supporto Gonzalez e Panico. Baldini, tecnico della Carrarese, risponde con un 4-2-3-1 dove in attacco troviamo Infantino come terminale offensivo e a ridosso il tridente composto da Calderini, Piscopo e Cais.

Come da pronostico, la partita è caratterizzata subito da ritmi molto alti e da un gioco a “viso aperto” adottato da entrambe le squadre. Al 6' la Carrarese beneficia di una punizione, alla battuta va Calderini il cui tiro termina di poco alto sopra la traversa. La compagine azzurra non si fa intimidire e risponde poco dopo con un bel sinistro di Gonzalez che il portiere ospite Mazzini non trattiene, sul tentativo di tap-in di Collodel viene fischiato un dubbio fallo sull’estremo difensore toscano. 16' Gli ospiti si rendono molto pericolosi in avanti: Luci ci prova dalla lunga distanza, Lanni si attarda nella respinta ma viene salvato dal palo. Come spesso accade nel calcio, ad un gol fallito ne corrisponde uno subito. Il Novara infatti passa in vantaggio al 18': perfetto cross di Buzzegoli per Bove che di testa batte Mazzini. È il primo gol di questa stagione per il “roccioso” centrale azzurro. 22' Gli uomini di Banchieri potrebbero raddoppiare: Zigoni è molto abile a servire in profondità Panico, che una volta entrato in area prova la conclusione ma la mira non è delle migliori e la palla non entra nello specchio della porta. Nel finale, al 37', i toscani vanno vicini al pareggio trovando anche il secondo palo, questa volta con Infantino, anche se Lanni era ben appostato sulla traiettoria.

La ripresa si apre con un cambio fra i toscani: dentro Manzari al posto di Cais. Ma è il Novara a spolverare un gioco grintoso e a “schiacciare” la Carrarese dentro la propria area. In rapida successione i padroni di casa giungono due volte alla conclusione con Gonzalez e una con Zigoni, senza però trovare la zampata vincente sotto porta, mostrando così poco cinismo. 9' Panico serve Gonzalez che di testa impegna Mazzini, un minuto più tardi è una punizione di Buzzegoli a sfiorare di un soffio la traversa del portiere ospite. Al 12' la pressione azzurra sale ancora con un bel sinistro di Panico troppo centrale, poi due minuti dopo è bravissimo Mazzini ad anticipare in uscita Zigoni sul perfetto passaggio in velocità di Gonzalez. Il ritmo fra i padroni di casa scende inevitabilmente per lo sforzo messo in campo alla ricerca del raddoppio, così la Carrarese ne approfitta per alzare il baricentro del gioco. Al 31' si registra il primo tiro in porta della Carrarese nel secondo tempo, che sfocia anche nel pareggio degli ospiti: dagli sviluppi della battuta di un corner, Murolo colpisce la sfera di testa che incoccia contro la traversa e ricade al di là della linea di porta. La sfida non è però finita qui e il Novara potrebbe tornare ancora in vantaggio a quattro minuti dal termine, con Zigoni che serve in profondità Cisco, ancora una volta Mazzini si conferma decisivo nel bloccare l’azione e il potenziale gol del 2-1 a favore del Novara. Situazione che si ripete ancora allo scadere quando stavolta è Bianchi a centrare una traversa su una disperata conclusione verso la porta avversaria.

Finisce così con il primo pareggio stagionale del Novara, la sfida tra gli azzurri e la Carrarese, in un match molto aperto, combattuto e ricco di colpi di scena, dove la compagine di Banchieri ha fatto vedere un gioco pregevole e una crescita di condizione che fa ben sperare per il futuro. Nel complesso un risultato equo per quanto visto in campo, anche se il rammarico per essersi fatti raggiungere in modo un po’ ingenuo rende questo pareggio al pari di una sconfitta.

redazione vanovarava.it

 
La maglia azzurra 2020-21

Storico Articoli