gototopgototop
News
Le pagelle di Renate-Novara Le pagelle di Renate-Novara Di Fabio Fornari LANNI: VOTO 7 Sicuro n...
Play-off Serie C 1° turno nazionale: i risultati Play-off Serie C 1° turno nazionale: i risultati Di redazione vanovarava.it La corsa per la Serie...
Igor Volley Novara: Stefano Lavarini è il nuovo tecnico Igor Volley Novara: Stefano Lavarini è il nuovo tecnico Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Classifica 2019/2020
Sondaggio
Novara Calcio ai play-off? Può farcela?
 

Un grosso rischio… evitabile


Di Giovanni Chiorazzi

Esiste un vecchio adagio che recita “Squadra che vince non si cambia”. Tuttavia, quello che si sta per ufficializzare in casa Novara Calcio, precisamente riguardo il settore giovanile, va esattamente contro questa massima, nonostante i grandi successi ottenuti dalle squadre giovanili azzurre, che negli ultimi anni sono riusciti a ottenere risultati finanche migliori delle prime squadre (con la conquista di ben due titoli nazionali, quello “Berretti” e quello degli “Allievi” di Lega Pro).

La scorsa settimana, infatti, la nuova dirigenza del Novara ha manifestato a Mauro Borghetti (nella foto in alto a sinistra e a centro pagina), responsabile del settore giovanile del Novara da quasi un decennio (sotto la gestione De Salvo), la propria volontà di interrompere il rapporto in auge. Per chi non lo conoscesse, Mauro Borghetti è colui che ha portato tanti giovani campioni in erba a Novarello, affidandoli all’estro e alla bravura di Giacomo Gattuso per farli crescere e valorizzarli al massimo e per trovare, in seguito, spazio in prima squadra e trasferirsi in club ambiziosi e di grande prestigio. A Borghetti il merito di aver portato a Novara un certo Bruno Fernandes, oggi attaccante titolare nel Manchester United… ma non solo: tanti altri giovani possono dire di essere stati “lanciati” dalla coppia Borghetti-Gattuso… Faragò, Dickmann e Vicari sono solo alcuni dei recenti nomi che più risuonano nella memoria dei tifosi azzurri, ma non vanno dimenticati i vari Schiavi, Chajia, Fonseca, Bove o Barbieri, solo per citarne alcuni.


Mauro Borghetti è la figura che si cela dietro i
tanti talenti del recente passato azzurro

Con Borghetti sembra ormai ad un passo anche l’addio di Giacomo Gattuso, ovvero la figura tecnica più “longeva” dell’attuale staff del Novara Calcio, colui che in passato - in momenti davvero particolari - ha ricoperto al meglio anche il ruolo di allenatore della prima squadra, ma che per sua stessa ammissione ha sempre preferito lavorare con i giovanissimi, plasmandoli a sua immagine e somiglianza, facendoli maturare sotto tutti gli aspetti (non solo quello sportivo) e portandoli a una condizione tale che permettesse loro di confrontarsi in un campionato professionistico, dando anche valore e lustro alla società stessa, che da questo eccellente binomio ha senza dubbio ricavato molto anche in termini economici.

E’ proprio per i motivi di cui sopra che, adesso, la notizia di un possibile “addio” alla coppia Borghetti-Gattuso suona come un campanello d’allarme per molti tifosi, in quanto - se è pur vero che nell’ambiente vi sono altre figure altrettanto competenti - si rischia seriamente di compromettere un settore, quello giovanile, che a Novara non ha mai risentito di nessun declino, neppure quando i risultati della prima squadra sono stati assai deludenti.


Giacomo Gattuso: ha scelto Novara per la sua passione di allenare
i giovanissimi, togliendosi tantissime soddisfazioni

Inoltre, a maggior ragione, se dopo l’ultima retrocessione dalla cadetteria la scelta della società era stata quella di puntare sui giovani, valorizzandoli e inserendoli nella rosa del campionato di Lega Pro, stride - e non poco - una mossa che appare a dir poco azzardata. Cercando di analizzare le ragioni di questa scelta, che possono essere legate alla volontà di inserire figure di riferimento del nuovo assetto societario, viene legittimo domandarsi se la dirigenza non abbia valutato ogni singolo aspetto, anche quello di una collaborazione che si affianchi (e non si sostituisca del tutto) a personaggi che hanno dato tantissimo ai colori azzurri negli ultimi anni, rendendo il settore giovanile del Novara un vero e proprio “fiore all’occhiello” dell’intero panorama calcistico nazionale, specie in una regione - il Piemonte - dove solo Juventus e Torino danno ampio spazio a questo argomento, sin troppo bistrattato e poco tenuto in considerazione nel calcio moderno.

Manca ancora l’ufficialità da parte del Novara Calcio, ma ormai sono sempre più insistenti le voci di un approdo di Giacomo Gattuso al Como (dell’ex DS Carlalberto Ludi) e di un possibile trasferimento di Mauro Borghetti al Monza (ma non è escluso anche al settore giovanile della Juventus, dove l’ex responsabile del settore giovanile del Novara ritroverebbe l’amico Paolino Morganti).

La partenza di questa coppia “di lusso” potrebbe minare seriamente il settore giovanile del Novara Calcio, che in ogni caso si troverebbe a dover cercare due figure altrettanto competitive e ricominciare proprio oggi che, da un punto di vista professionale, l’ambiente azzurro aveva conquistato un prestigio invidiabile.

Anche se le chances restano davvero poche, c’è da sperare che chi di dovere valuti attentamente un rischio ad oggi ancora evitabile…

Giovanni Chiorazzi

 

Storico Articoli