gototopgototop
News
Esclusiva VNV: L’intervista a Carlalberto Ludi (DS Como) Esclusiva VNV: L’intervista a Carlalberto Ludi (DS Como) Di Alberto Battimo Tredici anni insieme...
Igor Novara: altro ritorno in azzurro, quello di Elisa Zanette Igor Novara: altro ritorno in azzurro, quello di Elisa Zanette Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Lega Pro: nuova proposta per il Consiglio Federale Lega Pro: nuova proposta per il Consiglio Federale Di redazione vanovarava.it Il Consiglio di Le...
Un grosso rischio… evitabile Un grosso rischio… evitabile Di Giovanni Chiorazzi Esiste un vecchio adagio c...
Igor Novara: Malwina Smarzek nuova leader dell'attacco Igor Novara: Malwina Smarzek nuova leader dell'attacco Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Igor Novara: Caterina Bosetti torna in azzurro Igor Novara: Caterina Bosetti torna in azzurro Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Classifica 2019/2020
Sondaggio
Emergenza Covid-19: giusto fermare del tutto la stagione?
 

Quando l’emergenza supera tutte le rivalità


Di redazione vanovarava.it

La foto ha fatto un po’ il giro di tutti i social, arrivando finanche sulle pagine de La Stampa di Novara che ne ha dato notizia nell’edizione di giovedì 7 maggio. Uno scatto emblematico, che in parte ci riguarda anche da vicino perché uno dei due protagonisti in questione ritratti nella foto è il “nostro” Alberto Battimo, impegnato nella sua attività lavorativa di tutti i giorni, ovvero quella di infermiere professionista presso l’ospedale “Sant’Andrea” di Vercelli.

Un tifoso azzurro che, assieme ad altri colleghi tifosi della Pro, “squadra di casa”, è andato oltre una rivalità sportiva innata, che proprio quest’anno ha dovuto arrendersi all’emergenza per il Covid-19 dato che il derby di ritorno, in programma lo scorso 24 febbraio al “Piola” di Vercelli, non è potuto andare in scena per le disposizioni sanitarie volte al contenimento del virus.

Alberto, da sempre tifoso del Novara, assieme al collega di reparto Riccardo Rosas, supporter delle “bianche casacche”, ha voluto - come tanti addetti sanitari in questi giorni - scrivere sui propri camici infermieristici il nome di uno dei loro beniamini: per il “nostro” Alberto la scelta è ricaduta su Daniele Buzzegoli, una scelta non casuale visto che il centrocampista fiorentino è anche il capitano della squadra, impegnato da sempre nel sociale a favore dell’ANGSA (associazione nazionale genitori soggetti autistici), oltre ad essere uno dei pilastri sui quali si era appoggiata la scelta della dirigenza per l’attuale stagione.

La scelta di posare insieme, di spalle, nella corsia di reparto e indicando il nome dei propri idoli, ha avuto un evidente e corretto risalto proprio perché al di sopra di questa rivalità sportiva, a testimoniare l’unità di spirito delle due tifoserie contro questa emergenza.

Intervistato da Filippo Massara de “La Stampa” di Novara, Alberto non ha esitato a commentare: “Combattiamo assieme contro questa maledetta pandemia, questo è il senso dell’iniziativa. La scelta di Buzzegoli è dovuta al fatto che lui è un grande esempio. Adesso la situazione in corsia è sotto controllo e rispetto a qualche settimana fa i ricoveri sono diminuiti, ma non è ancora finita e non possiamo abbassare la guardia. Ecco perché, adesso, è ora di fare squadra tutti assieme. Solo così potremo rivedere quel derby che proprio l’emergenza per il Covid-19 ci ha negato”.

Una bella iniziativa che testimonia, ancora una volta, come la passione per il calcio vada oltre un sentimento genuino e passionale, indirizzato all’interesse generale di tutta la collettività.

redazione vanovarava.it


Alberto Battimo e Riccardo Rosas,
ovvero Novara e Pro Vercelli uniti contro il Covid-19

 

Storico Articoli