gototopgototop
News
Gravina: “Ipotesi partenza Lega Pro 28 giugno” Gravina: “Ipotesi partenza Lega Pro 28 giugno” Di redazione vanovarava.it “Ho partecipato co...
Igor Novara: ingaggiata anche Nika Daalderop Igor Novara: ingaggiata anche Nika Daalderop Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Novara Calcio: le dimissioni dell'addetto stampa Magretti Novara Calcio: le dimissioni dell'addetto stampa Magretti redazione vanovarava.it Lo aveva preannunciat...
Igor Novara: premiata la fedeltà degli abbonati 2019-20 Igor Novara: premiata la fedeltà degli abbonati 2019-20 Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Esclusiva VNV: L’intervista a Carlalberto Ludi (DS Como) Esclusiva VNV: L’intervista a Carlalberto Ludi (DS Como) Di Alberto Battimo Tredici anni insieme...
Igor Novara: altro ritorno in azzurro, quello di Elisa Zanette Igor Novara: altro ritorno in azzurro, quello di Elisa Zanette Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Classifica 2019/2020
Sondaggio
Emergenza Covid-19: giusto fermare del tutto la stagione?
 

Serie C: rinvio di tutte le gare a data da destinarsi


Di redazione vanovarava.it

Il calcio italiano si ferma fino al 3 aprile. Stop a tutti i campionati. L’emergenza “Coronavirus” non fa sconti al pallone che negli ultimi giorni stava comunque continuando a rimbalzare, pur nella desolazione di partite giocate in atmosfere spettrali. Dalla Serie A ai dilettanti, non si gioca: il decreto Conte blocca tutti gli eventi nazionali. “Non c’è ragione per cui si giochi” ha affermato il Premier. Era un segnale chiesto da tutto lo sport e anticipato dal presidente del CONI Giovanni Malagò.

Ora il Consiglio straordinario ha ratificato la sospensione. Ma non ci sono certezze sulla ripresa. Ogni decisione è rimandata al 23 marzo, data in cui è stato convocato un altro consiglio. Resta però il via libera - per ora - alle partite delle coppe europee, che si giocheranno nella loro maggioranza a porte chiuse. E’ una contraddizione che, presumibilmente, durerà poco. Per adesso Champions e Europa League sono “blindate” per le squadre italiane.

Andrà poi affrontata la questione delle classifiche. Ci sono varie ipotesi al vaglio. Il nodo è Euro 2020, torneo tra le Nazionali europee previsto tra giugno e luglio e per la prima volta itinerante in 12 città d’Europa. Se l’UEFA dovesse decidere di spostarlo (di un mese o addirittura di un anno, nell’estate del 2021) a questo punto i campionati italiani verrebbero conclusi in estate, con conseguente slittamento della prossima stagione che avrebbe inizio ad autunno inoltrato.

Sui social i tifosi si chiedono a chi andrà lo Scudetto e che forma avrà la massima serie quando si ripartirà. Nello statuto di Lega e FIGC non esiste una regola specifica. Non era mai capitato che nel girone unico (cioè dal 1929) la Serie A venisse sospesa prima della fine del campionato. C’è un precedente ma risale ai tempi della Prima Guerra Mondiale, quando - con l’Italia che entrò in guerra - lo Scudetto venne assegnato al Genoa. La prima ipotesi di cui si è discusso nel Consiglio Federale è l’assegnazione del titolo tramite play-off, qualora lo stop dovesse prolungarsi. La seconda prevede una classifica “congelata” con relativa assegnazione del titolo (sarebbe la Juventus a vincere) ma è improbabile perché alcune squadre hanno giocato una partita in meno.

Nel caso di una sospensione definitiva di questa stagione c’è la possibilità di una Serie A 2020-21 con 22 squadre. Le 20 attuali partecipanti che verrebbero “congelate” e le 2 che salgono dalla B con la promozione diretta (annullati i play-off). E’ un’ipotesi non molto probabile (da tempo in A si discute di scendere a 18 squadre) ma resta una possibilità. Tra l’altro, già adottata in passato (ai tempi di “calciopoli”). Ancora nessuna ipotesi concreta, invece, per la Serie C.


Di seguito il comunicato relativo allo stop di ogni attività per la Serie C diramato dalla Lega Pro:

Preso atto dell’art. 1. comma 3 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020, “Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale” in cui viene decretato che:

“Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Gli impianti sportivi sono utilizzabili, a porte chiuse, soltanto per le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e dalle rispettive federazioni, in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali; resta consentito esclusivamente lo svolgimento degli eventi e delle competizioni sportive organizzati da organismi sportivi internazionali, all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all'aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano”

la Lega Pro dispone di rinviare, a data da destinarsi, tutte le gare in programma dal 10 marzo 2020 al 3 aprile 2020.

Si precisa che la nuova programmazione delle singole gare, in merito al giorno e all’orario di svolgimento, sarà resa nota con successivo comunicato ufficiale.

redazione vanovarava.it

 

Storico Articoli