gototopgototop
News
Designazioni Arbitrali Pro Vercelli-Novara Designazioni Arbitrali Pro Vercelli-Novara Di redazione vanovarava.it ...
Giudice Sportivo 26a giornata: 1 turno di stop a Schiavi Giudice Sportivo 26a giornata: 1 turno di stop a Schiavi Di redazione vanovarava.it Foto © novaracalcio.com...
Statistiche azzurre alla 26a giornata Statistiche azzurre alla 26a giornata Di Giovanni Chiorazzi Sono on-line le statistiche...
Il punto della 26a Giornata Il punto della 26a Giornata Di redazione vanovarava.it La 26a giornata ha...
La formazione di AlbinoLeffe-Novara La formazione di AlbinoLeffe-Novara Di redazione vanovarava.it Contro l’Alb...
Libertas Nuoto Novara: 4 acuti al Gran Prix di Torino Libertas Nuoto Novara: 4 acuti al Gran Prix di Torino Pubblichiamo il comunicato pervenuto alla nostra ...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Calcio
Classifica 2019/2020
Sondaggio
Con la nuova proprietà del Novara Calcio, dove si può arrivare nell’attuale stagione?
 

La formazione di Novara-Gozzano


Di redazione vanovarava.it

A decidere il derby fra Novara e Gozzano, importantissimo per il destino degli azzurri in questa stagione, non è stata solo la capacità degli azzurri nel risultare finalmente cinici in fase realizzativa e pronti a colpire l’avversario al minimo errore, bensì anche una serie di episodi che hanno fatto pendere a favore della squadra di Banchieri il risultato finale. Questo non toglie però il grande merito del Novara per essere tornato alla vittoria (la prima del 2020), sottolineando anche la grande influenza che le scelte tattiche in corsa hanno apportato alla squadra: perché se il primo tempo era già finito con gli azzurri in vantaggio (pur privati di un netto calcio di rigore per un fallo in area su Bortolussi), è stato nella ripresa - con l’immediata sostituzione di ben tre uomini, uno per reparto - che Banchieri ha “suonato” la carica e reso le manovre offensive decisamente più concrete.

Nel 4-3-2-1 iniziale, il pacchetto arretrato davanti a Lanni ha visto l’impiego di Barbieri e Cagnano (tornato titolare sul versante mancino) con il primo in evidente difficoltà nelle sgroppate operate dagli avversari, tra cui i tifosi azzurri hanno ritrovato anche l’ex Agostino Garofalo, sempre in ottima condizione. Da qui la scelta di Banchieri di inserire Cassandro per Barbieri a inizio secondo tempo, dando più copertura sulla fascia laterale. Di diverso tipo, invece, il cambio operato nei confronti di Bove (partito titolare al centro della difesa con Sbraga): l’avvicendamento con Pogliano è stato frutto di un infortunio del “roccioso” centrale azzurro, uscito dal campo zoppicante. Nel complesso una prova positiva per la retroguardia del Novara, fatto salvo un errore sulla punizione che ha permesso al Gozzano di accorciare temporaneamente sul 3-1.

In mezzo al campo il mattatore di giornata è stato senza dubbio Buzzegoli, autore di una doppietta (con un gol su punizione e una successiva deviazione fortuita di un avversario, che ha spiazzato il portiere ospite). Ma poco importano la modalità con le quali sono giunte le marcature, quanto l’importanza nel ritrovare un perno fondamentale nel gioco degli azzurri, pur con una prestazione non al massimo delle potenzialità. Bianchi e Nardi hanno supportato Buzzegoli dall’inizio, anche se per il biondo centrocampista del Novara - nelle battute iniziali molto incisivo nelle percussioni - il mister del Novara ha optato per un cambio con Schiavi, entrato determinato come gli sta riuscendo spesso nelle ultime uscite.

In attacco la lieta novella l’ha fornita un Cisco sempre molto veloce e pericoloso nelle sue ripartenze: se riuscirà a migliorare anche la fase realizzativa, allora l’attaccante giunto dal mercato di riparazione potrà diventare un valore aggiunto per tutta la squadra. A rendere un po’ meno rispetto alle aspettative è stato invece Gonzalez, che però partiva giustificato per uno stato febbrile patito in settimana che lo ha senza dubbio debilitato. Bortolussi, invece, ha svolto al meglio il suo compito, ovvero quello di “rapinatore d’area”, facendosi trovare al posto giusto nel momento giusto sulla deviazione vincente in occasione del primo gol: l’attaccante si sarà anche visto poco, ma quando è salito in cattedra è risultato molto pericoloso per la difesa cusiana. Senza dimenticare l’approdo in doppia cifra per lui nella classifica marcatori. L’ingresso di Peralta ha dato ancora più consistenza in attacco e l’argentino per poco non ha sfiorato la marcatura personale. Un po’ come per il giovanissimo Pinotti (classe 2003), spedito in campo da Banchieri per il debutto assoluto in prima squadra, quasi “battezzato” da un gol che - solo ai fini statistici - è stato attribuito come autorete del Gozzano.

redazione vanovarava.it

 

Storico Articoli