gototopgototop
News
Pro Vercelli-Novara in diretta su Rai Sport Pro Vercelli-Novara in diretta su Rai Sport Fonte: lega-pro.com Nel segno di Silvio Piola: P...
Igor Novara: in Champions, nei quarti, c’è il Fenerbahce Igor Novara: in Champions, nei quarti, c’è il Fenerbahce Pubblichiamo integralmente il testo del comunica...
L’intervista ad Alessia Ameri L’intervista ad Alessia Ameri Di Alberto Battimo Domenica andrà in scena al “P...
Basket Club Novara: con Tortona una sfida “ad alta tensione” Basket Club Novara: con Tortona una sfida “ad alta tensione” Di Flavio Bosetti Match ad altissima tensi...
Judo Novara: segnali di crescita al “Trofeo Italia 2020” Judo Novara: segnali di crescita al “Trofeo Italia 2020” Di Flavio Bosetti Mille sono stati i giovani jud...
Champions: la Igor Novara vince la pool C Champions: la Igor Novara vince la pool C Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Calcio
Classifica 2019/2020
Sondaggio
Con la nuova proprietà del Novara Calcio, dove si può arrivare nell’attuale stagione?
 

Conferenza stampa pre Novara-Pontedera


Di redazione vanovarava.it

Nella conferenza pre-gara che anticipa l’importante sfida del “Piola” fra Novara e Pontedera, un più che mai “determinato” mister Banchieri (nella foto) prova a fare il punto del situazione, al termine di due partite che hanno visto gli azzurri raccogliere un solo punto: “L’umore dello spogliatoio vede tutti arrabbiati dopo una partita giocata davvero molto bene contro la Juventus U23, con tantissime occasioni, che alla fine ci ha visto soltanto pareggiare nel finale. Non penso siano cambiate le aspettative, i giocatori sono gli stessi del girone d’andata. Siamo partiti tutti, me compreso, fra lo scetticismo generale e nessuno si aspettava niente. Oggi in molti sono cresciuti esponenzialmente, da Nardi a Collodel, per partire dai più giovani. Ma anche Barbieri… visionato da club di Serie A, Pogliano e Cagnano da altri di B… Bortolussi ha superato il suo record di gol personale. Piscitella e Peralta hanno trovato molto spazio. Non sono cambiate le aspettative e mi spiace sentire questo tipo di affermazioni. Ad oggi godiamo ancora di un’ottima classifica che ad inizio anno avremmo tutti sottoscritto non conoscendo il livello della squadra. Dobbiamo solo continuare con impegno, dedizione, abnegazione. Credo che la squadra sia cresciuta tantissimo rispetto alla gara d’andata, per questo sono molto arrabbiato del risultato contro la Juve ma felicissimo della prestazione e della crescita dei ragazzi che vedo quotidianamente in campo. Non vanno sminuiti poi i valori degli avversari, la Juventus U23 è una squadra con giocatori molto forti. Ai ragazzi chiedo soltanto di essere più cattivi sotto porta e più determinati nel contrasto, anche se nella partita di mercoledì scorso i ragazzi lo hanno fatto e solo dieci minuti di blackout - che in campo non devono accadere - hanno rovinato la nostra partita. Ci dà fastidio essere stati raggiunti in questo modo nel finale, anche se il risultato del campo va sempre accettato. Non ci attacchiamo a nulla e su questo sono in sintonia con il nostro presidente”.

Perché così tanti errori da parte del Novara in fase realizzativa? “Non credo che si tratti di arrivare scarichi alla fine delle azioni. L’esempio più concreto è Collodel… prima del gol aveva avuto almeno altre due occasioni, contro un portiere che è risultato il migliore di tutto il turno di campionato. Se fosse stato un discorso relativo alla paura oppure all’indecisione, Collodel non avrebbe poi segnato. Stesso discorso vale per Gonzalez. Come dice qualche mio collaboratore, da certe distanze non bisogna fare solo gol ma abbattere la porta avversaria. Io sono felice quando la mia squadra arriva a procurassi sette/otto occasioni da gol… Sarei preoccupato se la squadra non tirasse in porta. Se guardiamo le occasioni avute dal Novara contro Monza e Juve, penso che questo ci debba dare delle convinzioni e fare ben sperare”.

Adesso la sfida ravvicinata con il Pontedera, attuale seconda in classifica. Una sfida tosta… “Non credo alle facili valutazioni, se il Pontedera è secondo in classifica è perché ben allenato, con buoni giocatori e merita la posizione occupata. Dobbiamo rispettare l’avversario, ma abbiamo grandi potenzialità e dobbiamo fare affidamento alle nostre abilità. Questo è un aspetto che ci accompagna dalla prima giornata, cosi come ci accompagna nei momenti di sconforto. La mentalità di una squadra forte deve essere questa, non guardare mai al passato ma concentrarsi solo sul futuro”.

Il Novara sembra giocare decisamente meglio contro gli avversari che precedono in classifica… “Come prima impressione credo che questo sia dovuto al fatto che, chi ci precede in classifica, gioca a viso aperto e questo ci permette di trovare gli spazi necessari come contro il Monza, la Juve o il Siena. Con le altre squadre gli spazi diventano minori, sono tutte molto organizzate nel difendersi e questo ci fa fare più fatica. Ma sta a noi fare quel qualcosa in più per vincere le partite. Io continuo a vedere una crescita nella squadra e vado controcorrente affermando che anche Capanni, a mio avviso, è cresciuto tantissimo”.

Situazione indisponibili per domenica? “Bianchi non sappiamo se potrà essere della partita perché non si è ancora allenato con la squadra. Schiavi è rientrato in gruppo e questo è un fattore molto importante per noi. Bove accusa qualche fastidio dopo i novanta minuti giocati mercoledì scorso, dovuti alla lunga sosta con la quale ha dovuto fare i conti. Gli altri, a parte Cagnano squalificato, sono tutti a disposizione, anche Barbieri che ha recuperato integralmente e giocherà sulla fascia destra, con Cassandro sull’altro versante”.

Cisco? “Ha fatto vedere ottime giocate mercoledì, ma bisogna avere la pazienza di aspettarlo”.

redazione vanovarava.it

 

Storico Articoli