gototopgototop
News
Igor Novara: in Champions, nei quarti, c’è il Fenerbahce Igor Novara: in Champions, nei quarti, c’è il Fenerbahce Pubblichiamo integralmente il testo del comunica...
L’intervista ad Alessia Ameri L’intervista ad Alessia Ameri Di Alberto Battimo Domenica andrà in scena al “P...
Basket Club Novara: con Tortona una sfida “ad alta tensione” Basket Club Novara: con Tortona una sfida “ad alta tensione” Di Flavio Bosetti Match ad altissima tensi...
Judo Novara: segnali di crescita al “Trofeo Italia 2020” Judo Novara: segnali di crescita al “Trofeo Italia 2020” Di Flavio Bosetti Mille sono stati i giovani jud...
Champions: la Igor Novara vince la pool C Champions: la Igor Novara vince la pool C Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Designazioni Arbitrali Pro Vercelli-Novara Designazioni Arbitrali Pro Vercelli-Novara Di redazione vanovarava.it ...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Calcio
Classifica 2019/2020
Sondaggio
Con la nuova proprietà del Novara Calcio, dove si può arrivare nell’attuale stagione?
 

Conferenza stampa pre Juventus U23-Novara


Di redazione vanovarava.it

Tornare alla vittoria, dopo due sconfitte consecutive, è fondamentale per il cammino del Novara e lo sa bene mister Banchieri (nella foto), intervenuto alla vigilia di un’altra trasferta molto insidiosa, quella del “Moccagatta” contro la Juventus U23: “Recuperiamo Buzzegoli, ma recuperiamo anche Gonzalez che a Lecco non poteva giocare più di 20/25 minuti. Non credo ci sarà Bianchi perché dopo 21 partite da titolare è un pochino affaticato e preferiamo dargli un turno di riposo. Anche Barbieri ha qualche problemino, anche per lui determinato dalla stanchezza fisica. E’ quindi in dubbio la sua presenza. Sarà assente anche Schiavi. Peralta e Piscitella soffrono di un affaticamento muscolare, anche per via del lungo stop per l’interruzione di Lecco”.

A Lecco è parso un Novara sottotono, specie paragonando la prestazione degli azzurri a quella contro il Monza. Banchieri è preoccupato di questo? “E’ stata una partita particolare, tipicamente di Serie C. Guardiamo avanti perché quello non era calcio e non mi va di commentarlo”.

Il ritorno di Buzzegoli offre qualche garanzia in più… “Buzzegoli determina sicuramente i tempi della squadra, conosce il gioco e sa leggere le partite. Non lo scopro io, sta facendo un ottimo campionato. Assieme a lui ci saranno Collodel e Nardi, sempre altamente competitivi”.

Banchieri si aspetta qualcosa in più sul piano delle motivazioni? “A Lecco si sarebbe potuto fare qualcosa in più, ma in una partita non sempre riesce quello che si vorrebbe perché c’è sempre un avversario. I nostri risultati sono sempre figli del fatto di andare a 2000 all’ora, quando questo non succede si creano dei problemi. La nostra è una squadra che deve restare sempre ad altissimo livello, agonistico e tecnico”.

Marchegiani non è parso troppo tranquillo… “Non ha perso tranquillità. A Lecco ha compiuto due ottimi interventi e per me resta un ottimo portiere, uno dei più forti della categoria. Ha contribuito molto nei nostri risultati. Non è un errore con il Monza che scalfisce la nostra fiducia in lui”.

La Juventus U23 sembra aver trovato una propria quadratura… “E’ un’ottima squadra ma dobbiamo guardare a noi e continuare nella direzione già presa quest’anno. E’ una squadra con un livello tecnico altissimo e con giocatori che sanno fare ottime cose”.

Tra i convocati sarà presente anche Andrea Cisco, ultimo arrivo in casa azzurra? “Sì, sta bene e sarà tra i convocati oltre che disponibile a giocare. Abbiamo molta fiducia in lui, è un acquisto condiviso con la società. Lo dobbiamo mettere noi in una condizione ideale per dare il meglio di quello che ha”.

Altre aspettative dal mercato? “Di questo se ne occupa il direttore e poi, le strategie del mercato, a volte non sono determinate da quello che si vorrebbe ma da altri fattori. Per adesso sono molto felice dell’ingaggio di Andrea Cisco, così come sono molto felice della rosa a disposizione”.

Cisco, dunque, potrebbe partire dall’inizio? “Vediamo… ieri si è allenato solo con me e il preparatore atletico. Potrebbe essere una soluzione anche questa. Quando un giocatore è bravo non ha bisogno di troppo tempo per capire gli schemi”.

Nel consueto 4-3-2-1 si ha la sensazione che Bortolussi resti troppo spesso isolato dal gioco… “Il fatto di giocare con tre uomini in mezzo al campo, per come è strutturata questa squadra, lo ritengo corretto. Non credo sia benevolo cambiare modulo con sei centrocampisti molto forti, tra cui anche Strechie quando verrà tesserato. Per Bortolussi non credo sia una questione di modulo, ma sempre di atteggiamento. A Lecco lo abbiamo lasciato troppo solo perché non ci siamo affacciati in attacco. Nel nostro sistema di gioco erano previsti degli inserimenti di Bianchi e Nardi, oltre a Piscitella e Peralta molto più vicini a Bortolussi, ma non siamo riusciti in questo intento. Dobbiamo accettare quello che dice il campo, ma la nostra idea di gioco è sempre la stessa di quelle dove - Bortolussi - ha ricevuto la necessaria assistenza dai suoi compagni. Dobbiamo migliorare su questo aspetto”.

redazione vanovarava.it

 

Storico Articoli