gototopgototop
News
Novara Calcio: i numeri di maglia 2020-2021 Novara Calcio: i numeri di maglia 2020-2021 Di redazione vanovarava.it Il Novara Ca...
Novara Calcio: ottenuti tutti i visti di esecutività Novara Calcio: ottenuti tutti i visti di esecutività Di redazione vanovarava.it Il Novara Calcio r...
L’intervista al DG della Igor Volley, Enrico Marchioni L’intervista al DG della Igor Volley, Enrico Marchioni Di Alberto Battimo Anche quest’anno non poteva m...
CUS Piemonte: sconfitta troppo pesante al debutto stagionale CUS Piemonte: sconfitta troppo pesante al debutto stagionale Di redazione vanovarava.it L’Atletico Taur...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Calcio

Sondaggio
Dove pensi possa arrivare il Novara Calcio al termine della stagione 2020-2021?
 

Le voci dallo spogliatoio: Lecco-Novara


Di redazione vanovarava.it

Foto © Guido Leonardi

“Stare più di trenta minuti in attesa, restando prima sul campo e poi negli spogliatoi, senza sapere se era possibile riprendere a giocare e ripartire con le luci nella nostra area ancora mezze spente, non ci ha aiutato. Lo abbiamo fatto notare all’arbitro, agli assistenti e alla Procura federale… E’ brutto, alla fine, non dover parlare della partita ma di questi aspetti”. Sono state queste le dichiarazioni a caldo di mister Banchieri (nella foto), nell’immediato post-gara del “Rigamonti-Ceppi”. Poi, il tecnico azzurro, ha proseguito: “Mi dà fastidio, perché sarebbe bello parlare di calcio giocato, ma quando al 55' è successo quello che avete visto si è fermato un po’ tutto. Questo fa dispiacere, non è serio - a mio avviso - e non rispetta un campionato importante come il nostro”.

Eppure, nel primo tempo, il Novara è andato in difficoltà contro il Lecco… “Non siamo stati precisi nei passaggi e questo ha condizionato alcune situazioni di gioco. Loro sono scesi in campo molto bene, dopo il nostro vantaggio saremmo dovuti essere bravi a chiudere la partita. Abbiamo avuto l’occasione per farlo con Bortolussi di testa, poi il Lecco ha trovato il gol prima dell’intervallo e questo ha riequilibrato la partita. Ma - ripeto - al momento della sospensione la squadra era in partita e stava facendo quello che doveva fare”.

Un po’ in ombra è apparso Barbieri, forse condizionato dall’ammonizione… “Era in difficoltà e lo avrei cambiato anche prima, purtroppo però l’interruzione non ci ha permesso di effettuare prima il cambio. Credo, però, che la partita non vada vista solo per la prestazione di Tommaso Barbieri, bensì in senso più ampio. Avremmo potuto essere più precisi in alcuni passaggi e in alcune giocate. Questo in generale”.


A fine gara anche Pablo Gonzalez, subentrato nella ripresa, ha fornito il suo parere sulla gara: “E’ difficile commentarla. Abbiamo finito la gara in attacco, ma non abbiamo cominciato troppo bene la partita. Dobbiamo ripartire dai minuti finali del secondo tempo, quando abbiamo cominciato a tirare con più coraggio. Per fortuna abbiamo poco tempo per pensarci e mercoledì potremo già riscattarci”.

Cosa è stato detto all’arbitro dagli azzurri? “Abbiamo chiesto un po’ di chiarezza, ma non possiamo farci nulla. Abbiamo chiesto di rientrare negli spogliatoi perché fuori faceva freddo. Abbiamo notato che la nostra area di rigore era un po’ in ombra, ma l’arbitro ha deciso per riprendere la partita. Sicuramente abbiamo sofferto tanto, loro sono stati molto bravi. La settimana scorsa il Monza è stato meno bravo di noi ma ha vinto, noi oggi non siamo stati impeccabili e siamo stati puniti. Pazienza, adesso comincia il bello e dobbiamo continuare il nostro percorso”.


Al DS Orlando Urbano è stato chiesto se la società ha intenzione di effettuare ricorso per la prolungata sosta… “Noi un esposto lo dobbiamo comunque fare perché il regolamento parla chiaro, ma è anche vero che la ripresa della partita è a discrezione dell’arbitro. Noi abbiamo fatto notare le problematiche che c’erano in campo. Il nostro portiere ha evidenziato le difficoltà date dal cono d’ombra che c’era proprio al centro dell’area. Purtroppo è un dato di fatto e questo ha spezzato un po’ la gara. Abbiamo preso anche la dichiarazione del loro presidente che ha ammesso di non avere un impianto adeguato, anche con un generatore non adatto, quindi di conseguenza per noi è una conferma che non è stato fatto tutto a dovere dalla società ospitante. Ne paghiamo le conseguenze ma non possiamo farci nulla e dobbiamo prenderne atto”.


Il tecnico del Lecco, Gaetano D’Agostino, non ci sta e parla di una vittoria che sarebbe arrivata anche senza interruzione: “La mia paura era quella di perdere il ritmo una volta spente le luci. Questi episodi rischiano di far abbassare la concentrazione. Credo che la partita con le luci accese, senza interruzioni, l’avremmo vinta ugualmente perché stavamo dettando noi il ritmo in campo. Dobbiamo uscire da questa zona, ma senza illudersi perché basta poco per rientrare nella corsa play-out”.

redazione vanovarava.it
Foto © Guido Leonardi

 
La maglia azzurra 2020-21

Storico Articoli