gototopgototop
News
Novara - Pontedera 1-1 Novara - Pontedera 1-1 Di Giovanni Chiorazzi Il Novara deve rimandar...
Le pagelle di Novara-Pontedera Le pagelle di Novara-Pontedera Di Fabio Fornari MARCHEGIANI: VOTO 5,5 Prati...
Igor Volley Novara: il ciclo vincente non si arresta! Igor Volley Novara: il ciclo vincente non si arresta! Pubblichiamo integralmente il testo del comunicat...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Calcio
Classifica 2019/2020
Sondaggio
Con la nuova proprietà del Novara Calcio, dove si può arrivare nell’attuale stagione?
 

I primi voli all’aeroporto di Cameri


Di Gianfranco Capra

110 anni fa, precisamente nel 1910, si effettuarono a Cameri e a Novara i primi voli aerei.

L’aeroporto nella brughiera di Cameri era nato l’anno precedente su iniziativa dell’ingegnere francese Clovis Thouvenot, sollecitato dagli appassionati di aviazione Giuseppe Cobianchi, Giovanni Negretti, Andrea Fauser e l’assessore di Cameri, il dottor Antonio Borrini.

I primi voli ufficiali a Cameri furono compiuti dal celebre pilota torinese Alessandro Cagno: il 26 gennaio, con il suo biplano “Voisin” (francese), si alzò da terra per circa sei minuti; il 3 marzo spiccò il volo a circa 30 metri restando in aria per più di mezz’ora.


Aeroporto di Cameri nel 1910

Sempre nel 1910, lo “sportman” Pasquale Bianchi di Lugano otteneva - il 26 luglio - il primo brevetto ufficiale di pilota civile rilasciato in Italia, mentre il 15 ottobre ancora un pilota torinese, Mario Faccioli, conseguì il primo brevetto italiano su aereo costruito in Italia (dal padre di Faccioli).

Infine, nel meraviglioso 1910, il pilota genovese Ciro Cirri partì da Cameri con il suo monoplano “Blériot” e sorvolò Novara per diversi minuti, suscitando l’ammirazione dei cittadini novaresi. Era il 20 novembre.


Officine Thouvenot presenti a Cameri

Ciro Cirri morirà l’anno successivo in un incidente aereo mentre volava su Voghera.

Gianfranco Capra

 

Storico Articoli