gototopgototop
News
Le pagelle di Renate-Novara Le pagelle di Renate-Novara Di Fabio Fornari LANNI: VOTO 7 Sicuro n...
Play-off Serie C 1° turno nazionale: i risultati Play-off Serie C 1° turno nazionale: i risultati Di redazione vanovarava.it La corsa per la Serie...
Igor Volley Novara: Stefano Lavarini è il nuovo tecnico Igor Volley Novara: Stefano Lavarini è il nuovo tecnico Pubblichiamo integralmente il testo del comunicato...
Classifica 2019/2020
Sondaggio
Novara Calcio ai play-off? Può farcela?
 

La formazione di Novara-Como


Di redazione vanovarava.it

Il ritorno alla vittoria del Novara contro il Como si è concentrato sulla ferma volontà degli azzurri di conquistare l’intera posta in palio. Una circostanza che questa volta ha prevalso sul bel gioco, pur avendo avuto - gli uomini di Banchieri - più di un’occasione da capitalizzare a loro favore.

In difesa, davanti a un attento Marchegiani (trafitto solo su calcio di rigore in pieno recupero, per il terzo gol subito tra le mura amiche sino ad oggi), la linea difensiva ha rivisto l’impiego da titolare di Pogliano al centro e in coppia con Sbraga, che ha confermato tutta la solidità della retroguardia azzurra, con Cassandro e Cagnano sulle corsie esterne impegnati maggiormente nella fase di contenimento rispetto a quella avanzata. Almeno nella prima parte del match, quando il Como ha alzato la pressione e costretto il Novara ad arretrare il proprio baricentro.

In mezzo al campo, per una sfida molto delicata dove l’unico aspetto che contava era il ritorno alla vittoria, mister Banchieri ha optato sull’esperienza di Buzzegoli in cabina di regia (con il pari ruolo Fonseca rimasto in panchina) supportato ai lati da Bianchi e da Nardi, quest’ultimo volenteroso in campo ma un po’ troppo impulsivo nelle sue giocate. Proprio Nardi è stato sostituito nei minuti finali da Collodel (che ha così festeggiato il giorno del suo compleanno).

In attacco la scelta iniziale è ricaduta sull’impiego di Piscitella e Peralta mezzepunte, a ridosso di Bortolussi che ha trovato la sua prima doppietta in maglia azzurra: se il primo gol è stato siglato dall’attaccante azzurro sulla perfetta trasformazione di un penalty attorno alla mezzora del primo tempo, il secondo è nato da un preciso cross di Schiavi (subentrato nel frattempo a Peralta), che non ha dato scampo al portiere lariano per un gol di pregevole fattura. I raddoppi di marcatura su Piscitella (a volte anche triplicati) hanno inciso un po’ nella prestazione dell’ex giocatore della Roma, pur autore di una prova soddisfacente. La sua uscita ad un quarto d’ora dalla fine (per l’ingresso di Capanni), ha offerto energie fresche alla manovra del Novara, che ha saputo stringere i denti e portare a casa un risultato molto importante, sia per la classifica che per il morale di tutto il gruppo.

redazione vanovarava.it

 

Storico Articoli