gototopgototop
News
Conferenza stampa pre Novara-Carrarese Conferenza stampa pre Novara-Carrarese Di redazione vanovarava.it Foto © Guido Leonardi ...
Quattro chiacchiere con... Mario Tacca Quattro chiacchiere con... Mario Tacca Di Massimo Corsano Ancora oggi è molto legato ai...
Esclusiva VNV: L’intervista a Mattia Bortolussi Esclusiva VNV: L’intervista a Mattia Bortolussi Di Alberto Battimo Arrivato a Novara nell’ultima...
Contro Brescia debutto al Pala Igor per le azzurre Contro Brescia debutto al Pala Igor per le azzurre Pubblichiamo integralmente il testo del...
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Calcio

Classifica 2019/2020
Sondaggio
Cosa ti aspetti dalla stagione 2019-2020 del Novara Calcio?
 

La formazione di Novara-Pro Vercelli


Di redazione vanovarava.it

Per il dispiacere di tutti i tifosi azzurri, la prima sconfitta casalinga del Novara Calcio di mister Banchieri è coincisa con il derby al “Piola” contro la Pro Vercelli. Una gara caratterizzata dal “gol-lampo” messo a segno dall’ex azzurro Gianmario Comi, in rete con un preciso colpo di testa dopo appena una manciata di secondi dall’inizio della partita. Così, per la prima volta in campionato (ad eccezione della sfida con il Monza), il Novara si è trovato nella condizione di dover recuperare il punteggio e in questo senso gli azzurri hanno un po’ avvertito la pressione dell’impegno, gettandosi in avanti con troppa confusione, molta foga e un pizzico di nervosismo. Una circostanza che ha facilitato il gioco della Pro Vercelli, chiusa in difesa per quasi tutto l’arco della gara ma, soprattutto, disposta a tutto per interrompere il gioco con numerose perdite tempo e spezzare il ritmo di gara per far trascorrere minuti preziosi.

Per l’occasione mister Banchieri non ha cambiato il suo “credo” calcistico, confermando il 4-3-2-1 e - con esso - l’intero pacchetto arretrato, con Marchegiani tra i pali (un po’ incerto nelle uscite, ma incolpevole sul gol subito) e una linea composta da Sbraga e Pogliano al centro e Barbieri e Cagnano sulle fasce. Nonostante le “bianche casacche” non abbiano creato più di tanto, questa volta la difesa azzurra ha incontrato qualche difficoltà in più rispetto al consueto, in alcuni casi anche complicandosi la vita da soli e cadendo spesso nel tranello degli avversari di innervosire la partita. Ne è una prova il numero degli ammoniti tra le fila del Novara, con il tecnico del Novara che ha gettato nella mischia anche Cassandro per sostituire Barbieri, un po’ in affanno nei contrasti in velocità.

A centrocampo, invece, la scelta iniziale è stata quella di confermare Buzzegoli in regia e affidarsi alla sua esperienza, ma il mediano fiorentino del Novara ha commesso numerosi errori, anche in fase di appoggio, al punto che nella ripresa Banchieri ha optato per la sua sostituzione e il conseguente ingresso di Collodel. Bianchi e Schiavi, invece, che sono partiti a supporto di Buzzegoli, hanno colto entrambi un palo dimostrando che neppure la sorte fosse a favore del Novara in questo “sfortunato” derby. Buona la prestazione di entrambi i centrocampisti, anche se a inizio ripresa Gonzalez è subentrato al posto di Schiavi con l’intento di dare maggior profondità alle manovre.

In attacco, per finire, è stata confermata la fiducia a Bortolussi supportato da Peralta e Piscitella, ma le problematiche in fase realizzativa si sono ripresentate nuovamente, come testimonia un numero di gol all’attivo non troppo consistente (media esatta di una rete a partita). Da segnalare il debutto in maglia azzurra di Gabriele Capanni, il giovane attaccante in prestito dal Milan che - in pochi minuti a sua disposizione - ha già dato dimostrazione delle sue qualità.

redazione vanovarava.it


 

La maglia azzurra 2019-20

Storico Articoli