gototopgototop
News
Mancano
 g  h  m  s
alla prossima partita di campionato del
Novara Calcio

Sondaggio
Cosa ti aspetti dalla stagione 2019-2020 del Novara Calcio?
 

La formazione di Novara-Lecco


Di redazione vanovarava.it

Il Novara Calcio di mister Banchieri sorprende tutti con un secondo tempo molto convincente e reattivo e una prima frazione di gioco nella quale, gli azzurri, hanno saputo essere cinici (trovando subito la rete con un bellissimo “eurogol” di Bortolussi) e dimostrare di saper “stringere i denti”, al cospetto di un avversario che dopo lo svantaggio ha messo tanta pressione alla retroguardia azzurra. Aspetti e segnali molto positivi, che non si vedevano dalle parti del “Piola” da due anni a questa parte. Invece… oltre al bel gioco, alle tante occasioni da rete e al ritrovato entusiasmo di tutto l’ambiente (nel ricordo comune del compianto Nini Udovicich, ricordato da un minuto di silenzio, dalla fascia di lutto al braccio per gli azzurri e da un giro del campo prima della sfida, con la bandiera che ritrae il viso dell’indimenticato stopper del Novara), il pubblico presente allo stadio ha potuto compiacersi per una squadra che ha ritrovato quell’entusiasmo sopito, ricucendo in questo modo lo “strappo” con la tifoseria che si era venuto a creare dopo due stagioni assai deludenti.

Per l’occasione, mister Banchieri ha optato per un cambio davvero minimo rispetto agli undici iniziali osservati con Juventus U23 e Monza: il solo Barbieri, infatti, ha preso il posto di Cassandro sulla fascia destra, mentre dalla parte opposta veniva confermato Cagnano e in mezzo la coppia Sbraga-Pogliano (con il primo autore di due interventi “salva-risultato”, dal valore di altrettanti gol). Marchegiani è stato chiamato in causa poche volte, ma quando è toccato far valere la sua presenza il portiere azzurro non si è fatto cogliere impreparato. In mezzo al campo, invece, nessuna variazione dal primo minuto con il tridente composto da Fonseca in mezzo e Bianchi e Collodel a supporto. Il reparto ha poi “cambiato volto” nella ripresa, con gli ingressi (davvero indovinati) di Buzzegoli e Schiavi, il primo bravo a dettare i giusti ritmi nella mediana con la sua esperienza, il secondo abile a procurarsi un penalty e successivamente anche a trasformarlo.

Anche l’ingresso di Peralta (per Piscitella, in linea con Gonzalez alle spalle di Bortolussi) è risultato un cambio vincente, dato che l’argentino è riuscito a centrare la prima marcatura in campionato con la maglia del Novara grazie a un bel tiro dalla distanza. Per Gonzalez, ancora all’asciutto di gol, una prova in salita nel secondo tempo che sarebbe potuta coincidere anche con una rete se il portiere ospite non avesse compiuto un mezzo miracolo. Ma l’ottima condizione del “Puci” fa ben sperare per il proseguo, così come il gol messo a segno da Bortolussi che ha spianato la strada verso questo successo e dimostrato che a questa squadra non mancano le qualità offensive.

redazione vanovarava.it


 

La maglia azzurra 2019-20

Storico Articoli